L’ad del Bayer, Donati e Calhanoglu in coro: “Lazio l’avversario peggiore”. Il tecnico Schmidt: “Bene il ritorno in casa”

NOTIZIE LAZIO – L’accesso ai gironi di Champions passa per Leverkusen. L’urna di Nyon ha infatti accoppiato i biancocelesti con la squadra tedesca, che l’anno scorso è stata eliminata ai rigori dall’Atletico Madrid negli ottavi di finale. Con il Bayern ci gioca un italiano, Giulio Donati, che rilascia delle dichiarazione a tuttomercatoweb.com: “Abbiamo beccato uno dei sorteggi più difficili, la Lazio è una grande squadra. Sapevamo di poter correre questo rischio comunque e ci prepareremo al massimo delle nostre possibilità per continuare la nostra avventura in Champions”. La squadra romana ha dei giocatori fortissimi: “Felipe Anderson e Candreva sono molto molto temibili, specie per la nostra difesa: inutile parlare di singoli comunque, la Lazio ha dimostrato di avere un grande gruppo, dovremo prepararci al massimo”. Infine conlude: “Torno in Italia da avversario, quindi una felicità relativa . Sarà sicuramente una bella partita, tosta e da vivere fino in fondo”.
Un altro calciatore della squadra tedesca, Hakan Calhanoglu, ha confermato il pensiero del compagno italiano con un post sul proprio profilo Twitter: “Duello entusiasmante, sicuramente poteva andarci meglio, ora dobbiamo lavorare tutti insieme” . 

Anche il tecnico dei rossoneri, Roger Schmidt, ha commentato a eurosport l’accoppiamento con la Lazio: Non è uno shock. In queste situazioni penso sempre al peggio. Le probabilità di passare il turno sono 50-50. Abbiamo il ritorno in casa ed è una cosa positiva. A Roma possiamo fare sicuramente bene. Vogliamo sicuramente giocare questa stagione di Champions League”. A seguire anche il ds ed ex Roma Rudi Voeller: “Sanno giocare bene a calcio e insieme al Monaco sono la squadra più simile a noi. Siamo tutti sullo stesso livello. Roma è una bellissima città”.

Chiude Michael Shade, amministratore delegato delle Aspirine, che ha commentato anche lui il sorteggio sul sito della UEFA: “Abbiamo pescato l’avversaria più dura di tutte, ma vogliamo qualificarci. C’è fiducia e pensiamo che il pressing richiesto dal nostro tecnico possa aiutarci a fare bene. Siamo una compagine giovane ma già con tanta esperienza europea”.

A dire la propria sull’accoppiamento con la Lazio in Champions League è anche l’ex centrocampista delle Aspirine Carsten Ramelow ai microfoni di Italsportpress: “Sarà una bella sfida fra due squadre che giocano bene a calcioconosco più la mia ex squadra che la scorsa stagione è stata molto offensiva mostrando un calcio bello e frizzante segnando molto ma anche subendo tanto. Il Bayer ha il vantaggio di giocare la prima a Roma e questo potrebbe rivelarsi decisivo per la qualificazione ma credo che per mentalità, la squadra di mister Roger Schmidt non farà una gara di attesa ma proverà a gestire il pallone e attaccare. Percentuali? 60% Bayer, 40% Lazio“.

Poi è stato il turno del difensore Roberto Hilbert e di capitan Lars Bender. “Se si desidera la Champions bisogna battere ogni avversario”, ha detto Hilbert tramite il profilo twitter del Bayer Leverkusen. Il capitano invece è lieto di incontrare Miro Klose: “Mi ha reso molto semplice l’ingresso in Nazionale”, ricorda Bender.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.