Inzaghi: “E’ andata in campo un’ottima Lazio. Abbiamo meritato la vittoria”

INTERVISTE POST GARA – La squadra ha reagito. La Lazio convince e stupisce a Genova, mister Inzaghi è soddisfatto dei suoi ragazzi ed esprime tutto il suo entusiasmo ai microfoni di Mediaset Premium:

A livello di determinazione e personalità è la risposta che si aspettava?

“Mi aspettavo una reazione che i ragazzi mi hanno dato. Hanno fatto un primo tempo splendido, abbiamo meritato il doppio vantaggio e forse avremmo dovuto fare il terzo per non soffrire. Usciamo comunque con una buonissima prestazione su un campo difficile. Siamo in ottima forma”.

Momento no per Immobile a livello realizzativo, che consiglio gli dà?

“Io gli auguro di giocare come ha fatto stasera, è stato importantissimo per la squadra, ha rincorso per novanta minuti gli avversari e ci ha aiutati a salire. Sono contentissimo per e per la squadra. Avrebbe meritato il gol per come ha fatto, ma l’importante è che continui a darci una mano”. 

Nell’abbraccio dell’esultanza finale c’era qualcosa in più? 

“E’ normale, noi sappiamo per i nostri tifosi cosa significa perdere il derby. Dovevamo preparare al meglio questa partita e lo abbiamo fatto, è andata in campo un’ottima Lazio che ha meritato di vincere”. 

Delusione dimenticata? 

“Ma sì, dovevamo voltare pagina ed accettare la sconfitta. Mi aspettavo una reazione e l’abbiamo avuta”. 

Si aspetta acquista dal mercato di Gennaio?

“Vedremo con la società, adesso abbiamo due partite difficili con Fiorentina e Inter, poi nelle tre settimane della sosta ne parleremo con la società e valuteremo il da farsi”. 

E’ una Lazio che può pensare in grande?

“E’ una squadra che in 16 partite è stata bravissima, ha lavorato a testa bassa sin dall’inizio tra lo scetticismo di tutti. I ragazzi stanno facendo gruppo, nonostante i cambiamenti delle formazioni”.

INZAGHI A SKY SPORT

È stata una settimana difficile. Avete risposto bene..

“Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, forse il migliore di quest’anno. Siamo venuti in un campo difficile e non abbiamo concesso un tiro alla Sampdoria, l’abbiamo preparata bene. Nella ripresa dovevamo fare prima il terzo gol perché sappiamo che nel calcio le gare si possono riaprire in poco”.

La sconfitta nel derby…

“Lunedì mattina non ne abbiamo parlato. Martedì abbiamo analizzato gli errori ma già da mercoledì’ non ho più voluto sentire parlare di Roma”.

Felipe Anderson?

“Io sono molto contento di lui. Si allena benissimo ed è normale che in qualche partita renda di meno. Contro la Roma abbiamo perso e abbiamo dato una decisione ai tifosi, che stasera sono stati fondamentali per noi”.

Parolo è il 14° giocatore in gol….

“Se ne parlava spesso con Marco. Lui è abituato a fare gol, oggi è stato bravissimo. Ha fatto entrambe le fasi, quando non avevamo palla si abbassava vicino a Biglia. Ha fatto bene come Felipe e Lulic, che non perde mai certezze nonostante lo schieri in tanti ruoli diversi. Lulic è sempre disponibile. Sono orgoglioso di poter allenare ragazzi del genere”.

Immobile non segna da cinque partite, ma si sacrifica molto…

“Io penso che abbia fatto un’ottima gara. È stato generoso, ci ha fatto salire. Mi dispiace che non abbia segnato, ma gli ho fatto ugualmente i complimenti. Come a Palermo si è dannato l’anima. Speriamo che con la Fiorentina torni a fare gol“.

Biglia?

“Dovremo valutare, ha preso una brutta botta. Marchetti ha un problema al flessore e Parolo è squalificato. Cercheremo di recuperare Biglia”.

INZAGHI A LAZIO STYLE RADIO

“Non era facile vincere qui, solo il Milan ci è riuscito. Non abbiamo concesso niente, Strakosha ha parato solo una volta. Abbiamo archiviato il derby e siamo ripartiti. Abbiamo conquistato meritatamente i tre punti. Biglia? L’infortunio mi ha fatto cambiare la sostituzione, ma sapevo che Keita avrebbe fatto gli ultimi minuti devastanti, ha lavorato molto per recuperare. Venire qui a Genova e non concedere nulla alla Samp non è facile, ci siamo riusciti.

Su Keita:

“Ad inizio settimana non stava bene, aveva un problema importante. Ha fatto di tutto recuperare ma abbiamo deciso che farlo partire dalla panchina era la scelta più giusta”

 Strakosha?

“Ha già dimostrato di poter giocare, prima di entrare gli ho fatto un in bocca al lupo e gli ho detto di essere sé stesso. E’ stato bravissimo, non è stato molto impegnato, ma nelle poche volte ha reagito con concentrazione”.

Verso la Fiorentina:

“Dovremo prepararla nel migliore dei modi, è una squadra profonda. Cercheremo di essere bravi come in settimana e prenderemo le giuste contromisure”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.