PIOLI: “Vogliamo tornare a vincere. Secondo posto? Lazio padrona del proprio destino”

LAZIO-CHIEVO – La sfida tra Lazio e Chievo si avvicina e i biancocelesti si apprestano ad affrontare i gialloblu nella bella cornice dell’Olimpico. Per presentare la sfida mister Pioli è intervenuto in conferenza stampa. Queste le sue parole:

Torino ha certificato la crescita della Lazio o tolto qualcosa alla squadra?

A me è piaciuta la squadra e anche la mentalità che abbiamo avuto. Abbiamo commesso due errori che hanno pregiudicato il risultato. Ma è stata una prestazione all’altezza contro un avversario che ha vinto negli ultimi anni e che ora è tra le prime quattro d’Europa. Siamo cresciuti”.

Domani ci saranno tanti tifosi all’Olimpico…

“E’ una partita importante, ho visto una grande voglia di ripartire. Il Chievo chiude bene gli spazi, ci ha messo in difficoltà all’andata. Vedere i tifosi come contro l’Empoli è sicuramente un aspetto importante”.

Domani in campo ci saranno alcuni giocatori che sono scesi in campo poche volte in stagione…

“Ho sempre sostenuto che stiamo ottenendo dei buoni risultati per il lavoro che hanno fatto tutti i giocatori dell’organico. Si sono fatti trovare sempre pronti. E’ sbagliato parlare degli assenti, meglio parlare dei presenti. Saremo competitivi e vogliamo tornare alla vittoria”.

Con Ledesma e Onazi cambia l’atteggiamento della squadra?

L’atteggiamento non deve cambiare, è chiaro che ci vuole equilibrio. Dovremo avere la giusta distanza tra i reparti, essere compatti e avere uno spirito da Lazio”.

Cosa ha insegnato il ko con la Juve?
“Valutiamo sempre la prestazione al di là del risultato. Siamo sulla strada giusta, laValutiamo Juve è ancora superiore, avremmo dovuto leggere meglio alcune situazioni. E’ stata comunque una tappa importante, vogliamo vedere già domani i miglioramenti. Vogliamo tornare alla vittoria, non sarà facile. Noi facciamo la corsa su noi stessi, poi il 31 maggio tireremo le somme”.

Come sta Radu?

“E’ pronto per giocare, la condizione è buona per essere disponibile. Dove giocherà vedremo domani, dobbiamo fare ancora la rifinitura. Il Chievo chiude molto bene, è compatto e noi dovremo avere lucidità per creare zone dove poterli colpire. Se giochiamo con velocità possiamo impensierirli”.

La finale di Coppa Italia potrebbe essere anticipata…

Sono contento che la Juve è in semifinale, siamo gli unici con la Spagna che abbiamo tre sqaudre in Europa. Per la finale mi auguro di arrivarci nel modo migliore possibile, con tutti a disposizioni, poi quando sarà sarà”.

Sul Chievo…

Ci sono situazioni che cambiano di partita in partita. Dobbiamo avere la possibilità di leggere bene lo sviluppo della gara, domani dovremo capire dove ci sarà bisogno di sfondare”.

Che pericoli corre la Lazio?

Forse noi abbiamo più motivazioni, giochiamo davanti ai nostri tifosi, abbiamo qualcosa di importante da raggiungere perché ancora non abbiamo un risultato in mano. Siamo pronti per mettere in campo la prestazione necessaria a tornare alla vittoria”.

La Lazio ha il secondo posto nel destino?

Sì, ma dobbiamo guardare a noi stessi e non agli avversari. La corsa è su noi stessi, ogni partita vale tre punti. Non ci dobbiamo distrarre dalla partita di domani”.

Djordjevic e Gentiletti?

Stanno lavorando bene, vengono da infortuni pesanti. Mi auguro che la prossima settimana possano svolgere una settimana completa di lavoro in gruppo. Non so quando saranno disponibili, credo che avranno bisogno ancora di tempo. Potrebbero andare a giocare qualche partita in primavera per ritrovare la forma migliore”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.