VIDEO. CANDREVA in zona mista: “Per noi l’Europa è importante. In Bulgaria lotteremo per la qualificazione”


INTERVISTE POSTGARA – A pochi minuti di distanza dalla sconfitta riporta all’Olimpico contro il Ludogorets in Europa League, il giocatore biancoceleste, Antonio Candreva, ha analizzato il match in zona mista.

Una serata che rende difficilissimo trovare la qualificazione fra una settimana

“Speriamo di no. Comunque sappiamo che è una brutta sconfitta quella di questa sera. Però sappiamo che dobbiamo andare lì a fare la partita, non è impossibile un goal di scarto. Andremo lì a fare la partita e cercare la qualificazione”. 

Avete rincuorato Felipe Anderson: gara non brillante e rigore della possibile svolta sbagliato?

“Capita a tutti di sbagliare un rigore. Forse era meglio che segnava per lui, per il morale. E’ un ragazzo intelligente. Noi gli stiamo vicino come abbiamo fatto sempre. E’ un giocatore bravo, giovane. Sono cose che capitano”.

La Lazio come sta dopo la sconfitta di Catania e quella di oggi?

“Volevamo riscattarci dopo la sconfitta di Catania, ma non l’abbiamo fatto. Da domani pensiamo alla gara contro il Sassuolo. E’ un brutto stop questo qui, perchè in Europa ci teniamo ad andare avanti. Da lunedì penseremo alla gara di ritorno”.

E’ venuto meno l’impegno questa sera?

“Penso di no. Comunque non abbiamo sofferto più di tanto. La loro traversa, il rigore sbagliato. Abbiamo avuto tante occasioni anche noi”.

La squadra come reagisce riguardo la contestazione prevista domenica?

“Bene. Sappiamo che il campo è quello che parla. Dobbiamo dare il massimo partita dopo partita ed andare avanti. Non andiamo dietro a niente. L’ambiente è così. Il campo è quello che più conta”.

Perchè la Lazio non riesce a fare goal?

“Qualche settimana fa non dicevamo questo, perchè abbiamo fatti risultati importanti. Anche giocando meno bene. Dopo la giornata di Catania è emerso che non riusciamo a far goal, ma lo abbiamo fatto anche lì. Sicuramente si può far meglio”.

Cosa si deve evitare nel ritorno in Bulgaria?

“L’approccio deve essere importante. Abbiamo 90 minuti per fare un goal. Quindi dobbiamo giocarcela per tutti i 90 minuti”.

Da Catania due sconfitte con due prestazioni brutte.

“Sì, quelle di Catania e quella di questa sera sono due brutti stop. Siamo abituati. Dobbiamo migliorare, ma non ci riusciamo. Ripeto da domani dobbiamo pensare alla partita contro il Sassuolo”.


Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.