Ecco Borini, missione rilancio con la Lazio

LA GAZZETTA SPORTIVA (S.Cieri) – L’alter ego di Immobile sarà…un altro Immobile. A caccia di un attaccante che possa fungere da alternativa, ma anche da spalla a Ciro Immobile, la Lazio l’ha individuato in Fabio Borini. È lui l’obiettivo numero uno per arricchire il reparto avanzato biancoceleste. Settore che vedrà la partenza di Djordjevic (potrebbe trasferirsi in Cina) che nella stagione appena conclusa ha reso al di sotto delle aspettative. Borini andrebbe quindi a rimpiazzare il serbo e non Keita, la cui eventuale cessione sarebbe poi colmata diversamente.

COLPO ALLA IMMOBILE – Borini è un vecchio pallino del d.s. Tare, che già negli anni scorsi aveva provato (invano) a portarlo alla Lazio. Questa sembra la volta buona, tanto che il passaggio in biancoceleste di Borini potrebbe concretizzarsi già nelle prossime ore. Il Sunderland, fresco di retrocessione in Championship, ha già dato l’ok alla cessione per una cifra ragionevole. Si aggira sui 6-7 milioni di euro. E il club inglese sarebbe disposto (sia pur a malincuore) anche ad accettare la formula di pagamento proposta dalla Lazio: prestito oneroso a un milione di euro e riscatto obbligatorio a 5,5 milioni tra un anno. C’è invece ancora da trovare un’intesa per l’ingaggio del giocatore. Il cui contratto col Sunderland (scadenza 2019) viaggia a cifre che sforano i parametri laziali. Le parti devono dunque venirsi incontro. Lo stanno già facendo, perché nei giorni scorsi sono stati frequenti i contatti tra Tare e il manager dell’attaccante De Fanti. E la sensazione è che l’accordo sia dietro l’angolo. Il problema, per la Lazio, può semmai essere l’inserimento di qualche altro club. Come il Milan, che ha effettuato un sondaggio nei giorni scorsi. Certo, se l’affare andasse in porto per il club di Lotito sarebbe un colpo molto interessante, considerando il basso investimento necessario. Un po’ come avvenne l’anno scorso per Immobile. Pagato «solo» 8,5 milioni di euro al Siviglia e poi rivelatosi un vero crac. In questo senso Borini può essere un altro Immobile.

IN CERCA DI RILANCIO – Tra l’altro, proprio come il centravanti napoletano, anche l’attaccante emiliano cerca il rilancio in Italia dopo le ultime negative esperienze all’estero. Rispetto a Immobile, il black out di Borini è stato più lungo e più pesante, ma il giocatore ha appena 26 anni e tutto il tempo per tornare a certi livelli. L’aria della capitale, peraltro, potrebbe fargli bene, visto che nella stagione vissuta con la Roma (annata 2011-12) se la cavò discretamente.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.