Ecco la LAZIO di PETKOVIC

(Getty Images)

 

RASSEGNA STAMPAOre 10, Formello, nasce la Lazio di Petkovic. E’ il giorno del raduno, inizia la stagione 2012-13. E’ una Lazio con poche novità, è giusto attenderne altre. C’è un allenatore nuovo, straniero, sconosciuto ai più, ma promettente: ha idee propositive ed offensive, dovrà farsi stimare e amare, lo aspetta la prova del fuoco. Un solo nuovo acquisto (al momento), l’italo-brasiliano Ederson. Una grande vecchia conoscenza, l’indimenticato Zarate,

I TESSERATI . Una Lazio da completare e sfoltire, al raduno si presenteranno in 42 su un totale di 47 tesserati tra uomini di prima squadra, giovani su cui puntare e da piazzare. Quarantadue giocatori, da qui a domenica effettueranno visite mediche e test fisici. Ma solo in 28-29 partiranno lunedì mattina per il ritiro di Auronzo. Petkovic non può allenare un gruppo smisurato, è stato chiaro, si era presentato così: «Vorrei allenare 24-25 uomini più 4-5 giovani» . I giovani non troveranno posto subito, in ritiro ci saranno solo il nigeriano Onazi, centrocampista in rampa di lancio, e il bomber Rozzi. In stand by c’è Keita, il gioiello strappato al Barcellona, punta esterna di 17 anni col futuro assicurato. Va considerato perché nei progetti iniziali doveva partire. GLI SCENARI. L’elenco ufficiale dei convocati sarà messo a punto dal tecnico e dal diesse Tare. A parte Keita, non saranno nella lista Klose (reduce dagli Europei), gli infortunati Brocchi e Stankevicius (il mediano vuole tornare ad agosto, il lituano è in vendita) e Sculli. Quest’ultimo non è stato riscattato dal Genoa, non rientra nei piani della Lazio, c’è un accordo: in attesa di risolvere
Keita in stand-by a causa della rosa ampia.
LO STAFF .Petkovic si è riunito ieri con il suo staff, oggi parlerà alla Lazio per la prima volta. Il lavoro atletico e tecnico-tattico inizierà lunedì pomeriggio. Vlado si avvarrà della collaborazione di un vice: Antonio Manicone, ex centrocampista dell’Inter, lanciato da Zeman nel Licata e nel Foggia. Ha 46 anni, dal 2004 ha intrapreso la carriera di tecnico. Ha fatto il vice nella Primavera dell’Inter, allenava con Pea e Stramaccioni. Abita a Campione d’Italia, Petkovic lo conosceva da anni. Il preparatore atletico sarà Paolo Rongoni, 41 anni, ex Perugia con esperienze in Svizzera e in Francia, ha seguito Petkovic in Turchia. Il recupero degli infortunati sarà curato da Adriano Bianchini (confermato) e da Alessandro Fonte (promosso dal settore giovanile). Adalberto Grigioni è lo storico preparatore dei portieri, non si tocca. Per le analisi al video e al computer, Petkovic si è affidato alla società che fa capo a Jesse Fioranelli, fratello di Kevin, figlio di Vinicio (manager vicinissimo alla Lazio di Cragnotti). La società si chiama Aquila, poteva avere un nome diverso?
LE AMICHEVOLI. Il ritiro si concluderà il 26 luglio. Ad Auronzo è pronto un villaggio che accoglierà tifosi e giocatori durante le giornate. Nella fase uno si disputeranno 5 amichevoli: prima sfida il 15 luglio contro l’Auronzo, il 18 Lazio in campo per affrontare la Selezione del Cadore, il 22 match col Montebelluna (serie D). Il 25 e il 26 luglio gare di A contro Siena e Torino. La presentazione della squadra dovrebbe svolgersi il 16 agosto all’Olimpico. Sono questi i programmi, ad oggi.
Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.