Felice Pulici: «Non cambio idea, servono passi indietro»

RASSEGNA STAMPA SS LAZIO- Il dirigente che più si impegnò nel 2006 per difendere Lotito dalle accuse di calcio-scommesse ribadisce, come si legge sul Corriere dello Sport (F.Patania), un pensiero che già ha espresso al presidente: inserire una figura di collegamento fra società e tifoseria per riconquistarla. Molto critico Felice Pulici ha detto: «Mi sembrano le stesse di un anno fa, subito dopo la Coppa Italia oppure a Piazza San Silvestro, quando si stava aprendo la stagione appena conclusa». E ancora: «Parole identiche e non mi sembra che nell’ultimo anno ci sia stato un miglioramento. Io lo sostengo da tempo. Credo che Lotito dovrebbe fare un passo indietro, continuando a controllare la società e ad essere il presidente, introducendo una figura che possa gestire e curare il rapporto tra società e tifosi. Peraltro è appena stata introdotto un obbligo regolamentare, l’Uefa lo pretende da ogni club. Dovrebbe pretenderlo anche la Lega di serie A. La Lazio quest’anno non giocherà in Europa, ma se Lotito assumesse un’iniziativa di questo tipo sarebbe il primo presidente che si allinea alle direttive internazionali». Suggerisce di optare per una figura super partes, amata dai laziali che riporti il pubblico nella sua casa, lo stadio Olimpico.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.