Match truccati: Catania-Atalanta nella lista nera. Nel mirino anche Levski-Lazio

RASSEGNA STAMPA SS LAZIO- Il germe non è stato estirpato. Torna l’ombra del calcio-scommesse sul campionato italiano ed emerge nel rapporto Federbet sul Match Fixing. Centodieci partite truccate e altre duecento sospette è il dato allarmante riportato dal documento presentato ieri a Bruxelles che contiene i risultati di un’indagine compiuta a livello internazionale per la stagione 2013/2014. Undici di queste combine riguardano l’Italia fra Serie A, B e Lega Pro. Francesco Baranca, presidente di Federbet, ha spiegato che: «Le istituzioni pensano di avere sistemi di controllo adeguati ma in realtà non è così e l’andamento di quest’ultimo campionato lo dimostra ». Interviene anche l’europarlamentare Marc Tarabella che sottolinea il ruolo dell’educazione alla legalità nonché l’importanza della collaborazione fra istituzioni citando l’esempio della FIFA «che su nostra sollecitazione si è impegnata a controllare ogni scommessa relativa alle partite dei Mondiali in Brasile 2014», congiuntamente con Federbet. I sospetti più grandi, spiega La Gazzetta dello Sport (M.Galdi), sono nati quando per Catania-Atalanta e Palermo-Crotone sono state ritirate alcune quote dalle agenzie di scommesse asiatiche, palesando così l’irregolarità. Inoltre un flusso eccessivo e anomalo di scommesse su alcune partite ha confermato i sospetti. Sorprendentemente anche un’amichevole finisce sotto la lente degli inquirenti ed è Levski Sofia- Lazio tenutasi per celebrare il centenario del club bulgaro. Il match iniziato con un doppio vantaggio dei biancocelesti è poi terminato con la vittoria in rimonta del Levski e questo è bastato per inserirla nella lista dei match “truccati”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.