Uva, dg Figc: “L’Olimpico non è l’unica casa dell’Italia. Il Flaminio? Ecco quanto costa…”

RASSEGNA STAMPA LAZIO – “L’Italia vuole avere tante case”. Questo il pensiero di Michele Uva, dg della Figc, riportato dal Corriere dello Sport (A. Santoni). Una Nazionale di calcio tra la gente, ma sono ancora troppo pochi gli stadi che possono ospitarla: l’Olimpico, San Siro, i due di Torino, Firenze, Modena, Palermo, Napoli e presto anche Udine e Reggio Emilia. E il Flaminio? “Rimetterlo in funzione – aggiunge Uva – vale il taglio che il Coni ha fatto alla nostra federazione, 40 milioni”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.