Stadio Roma, Luca Caporilli: “Ad occuparsi di tutti i dettagli era Luca Lanzalone”

INCHIESTA STADIO ROMA – Va avanti l’inchiesta sullo stadio della Roma. Luca Caporilli, capo della direzione Lavori e progetti del gruppo Parsitalia, è stato arrestato nella giornata dello scorso mercoledì e ha deciso di collaborare con gli inquirenti. Secondo quanto riportato dal Messaggero, queste sono state le sue parole riguardo la presenza di Lanzalone alle riunioni tecniche in Comune: Tra gennaio e febbraio ho partecipato a quattro o cinque riunioni tecniche sullo stadio. Si svolgevano tutte nell’ufficio del vicesindaco Luca Bergamo, non ha mai partecipato l’assessore all’Urbanistica Paolo Berdini”. Riunioni che erano capeggiate proprio dall’avvocato Lanzalone: “Ad occuparsi di tutti i dettagli, a dare le indicazioni pratiche su come rivedere il progetto, era Luca Lanzalone. Per quello che mi avevano spiegato in azienda e da quello che si capiva nel corso delle riunioni, era lui il Comune di Roma”.

LE PAROLE DI LANZALONE – Ulteriori parole di Caporilli sono state riportate dalla Repubblica: “Davamo soldi, dazioni ad almeno un funzionario pubblico responsabile dei pareri al progetto”. Ovviamente tutto negato da Lanzalone che, agli arresti domiciliari, ha dichiarato durante l’interrogatorio di garanzia: “Io alla vicenda dello stadio non ho mai partecipato”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.