CALCIOMERCATO

Accadde oggi. 29 novembre: è il derby della liberazione e delle lacrime per Gazza Gascoigne

- Advertisement -

Tempo di lettura: < 1 minutoACCADDE OGGI – Torna la rubrica di Lazionews.eu in cui vi raccontiamo giorno per giorno gli eventi della storia biancoceleste. Il 29 novembre 1992 è un giorno inevitabilmente scritto a fuoco nella mente dei tifosi laziali. Si gioca il derby della capitale con la squadra di Zoff che viene però da un inizio di campionato decisamente zoppicante con poche sconfitte ma anche pochissime vittorie e tanti pareggi. E’ una partita brutta però, più che altro in campo perchè invece sugli spalti c’è il solito spettacolo coreografico. Tutti i tifosi biancocelesti stanno ancora aspettando un lampo, un acuto di Gazza Gascoigne, rientrato dopo il lungo infortunio accusato nell’ultima partita giocata con il Tottenham. La sfida con la Roma può essere l’occasione giusta, ma il match si mette male con il vantaggio giallorosso al 48′ con Giannini, che sfrutta un rimpallo su Fiori e mette dentro a porta vuota. La Lazio non trova il pareggio, fino all’86’ quando Signori fa partire una palla in mezzo da calcio di punizione e Gazza salta praticamente da fermo arrivando in cielo per colpire di testa e segnare quello che è il suo primo gol con la maglia della Lazio. La gioia è incontenibile, quasi Paul non sa come esultare quanto è felice e agita le braccia verso l’alto fino a piantarsi sotto la Curva Nord con lo sguardo al cielo. Arrivano i suoi compagni poi a sommergerlo d’affetto e Gascoigne non può più trattenere le lacrime. E’ un’esultanza che ogni tifoso laziale ha stampata nel cuore, dentro c’è tutto.

Francesco Iucca
TWITTER: @francescoiucca

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI