ACCADDE OGGI – Torna la rubrica di Lazionews.eu in cui vi raccontiamo giorno per giorno gli eventi della storia biancoceleste. Il 9 dicembre 1973 è il grande giorno del derby capitolino, all’ottava giornata di campionato. Il clima di austerity non ha impedito a 60mila spettatori di accorrere all’Olimpico, anche se i numeri avrebbero potuto far registrare un picco ancora più alto. Dopo due vittorie su due nella scorsa stagione, i biancocelesti cercano di continuare questa striscia positiva. Inizia meglio la Roma, che riesce ad andare in vantaggio al 34′ grazie alla serpentina di Negrisolo, bravo a saltare ben tre uomini. Tra questi c’era Vincenzo D’Amico, che nel primo tempo si vede pochissimo e dopo il gol giallorosso viene colpito da una crisi di nervi. Inizialmente si pensa sia un crollo psicologico, in quanto Negrisolo era il suo diretto avversario, ma nell’intervallo poi l’attaccante è costretto ad uscire perchè intontito da una botta alla mascella ricevuta in precedenza da Morini. “Un derby da mettere nel dimenticatoio”, racconta D’Amico, intervistato qualche settimana fa dalla nostra redazione. Un’amnesia temporanea che porta Maestrelli a far entrare in campo Paolo Franzoni, alla sua prima partita in Serie A. Ed è la mossa giusta, perchè il 25enne attaccante segna il gol del pareggio al 46′ con un bel colpo di testa sul cross di Nanni. La partita è sostanzialmente equilibrata, sono tante anche le occasioni da rete e le due mediane si scontrano in maniera maschia. Al 68‘ la rimonta biancoceleste è completa, grazie al guizzo di Chinaglia, che regge all’uscita di Conti e spalle alla porta si gira velocemente mettendo in rete il 2-1. Esplode la gioia di Giorgione, prosegue l‘incubo derby per la Roma di Liedholm. Un gol, quello di Longo John, che sarà largamente contestato per un presunto tocco di mano del laziale con annessa carica sul portiere.

Francesco Iucca
TWITTER: @francescoiucca

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.