lazionews.eu-lazio-umberto-calcagno-presidente-aic-consigliere-figc.
Foto Cafaro Gerardo/LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

AIC CALCAGNO – Il campionato di calcio di Serie A 2020-2021 è alle porte. Il 2 settembre è stato diramato il calendario ufficiale che costringerà le squadre a giocare quasi sempre ogni tre giorni. Su questa delicata situazione e sulla riapertura degli stadi è intervenuto il vice presidente dell’AIC Umberto Calcagno. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Radio Punto Nuovo.

Calcagno sul calendario di Serie A

“Sapevamo che lo slittamento della stagione passata avrebbe creato un ingolfamento dei calendari, ma nessuno poteva prevedere cosa sarebbe successo la passata stagione. Ad oggi la situazione è conosciuta, quindi le società di alto livello terranno conto del fatto che potrebbe esserci bisogno di rose larghe per gestire psicologicamente e fisicamente la stagione che verrà”.

Lo slittamento delle partite di Inter e Atalanta

“Non è ingiustificato voler riposare una settimana ancora. Sono calciatori di alto livello che devono riprendersi e fare un intero campionato”.

La riapertura degli stadi

“I calciatori sono i primi a voler avere i propri tifosi allo stadio, ma non è qualcosa di nostra competenza. Anche il CONI auspica per la riapertura, ma siamo tutti nelle mani del CTS. Stiamo spingendo affinché ci possa essere un’apertura in questo senso, nelle misure in cui è possibile farlo. Tornare alla normalità sarebbe molto bello ed un bel segnale per l’intero Paese”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.