LAZIONEWS-LAZIO-GIORGIO-COPPA-ITALIA
Lazionews.eu
Tempo di lettura: 3 minuti

AURONZO INTERVISTA TIFOSI LAZIO – Per il dodicesimo anno consecutivo la cittadina di Auronzo di Cadore ha aperto le porte alla Lazio e ai suoi fantastici tifosi. Tante famiglie, gruppi di amici e Fan Club hanno raggiunto i biancocelesti sotto le Tre Cime di Lavaredo. La maggior parte provengono da Roma ma numerose sono anche le persone giunte da altre località italiane. Tra di loro vi è Giorgio, ragazzo di 33 anni di Civitanova Marche. Proprietario di un negozio di abbigliamento, è salito ad Auronzo con due amici e ritornerà a casa con una storia unica da raccontare, che ha deciso di condividere con i lettori di Lazionews.eu.

Giorgio, come nasce la tua passione per i colori biancocelesti?
“Sono da sempre un appassionato, ma posso definirmi un tifoso verace della Lazio da 5-6 anni. E’ una squadra che mi è rimasta simpatica sin da quando ero bambino, soprattutto perché negli anni ’90 era molto romantica. Mi identifico nella storia della Lazio e nei suoi valori”.

Come si vive la lazialità lontano dalla capitale?
“E’ bellissimo essere laziali fuori da Roma perché rappresenti ancor di più un’elité. Sono orgoglioso e fiero di portare i colori biancocelesti nelle Marche. Vivo in una città dove le squadre più tifate sono le cosiddette strisciate (Juventus, Milan, Inter), la Lazio mi dà grande forza“.

Segui le partite della Lazio? Qual è la trasferta che più ti è rimasta nel cuore?
“Sì, cerco sempre di essere presente. Sono stato aggiunto in un gruppo Whatsapp di tifosi della Lazio della mia zona. Siamo circa una 50ina e dieci di noi seguono con costanza la squadra in giro per l’Italia. Le trasferte più vicine le facciamo sempre (Emilia Romagna, Toscana). Quest’anno sono stato anche allo Stadium e a San Siro contro l’Inter. La partita più emozionante che ricordo è la semifinale di Coppa Italia contro la Roma, nel 2017, ovviamente all’Olimpico”.

Quest’anno, poi, il viaggio ad Auronzo. Ed hai vissuto un’esperienza unica…
“Sì, è il secondo anno che vengo ad Auronzo ma questo non lo scorderò mai. Grazie ad un mio conoscente che lavora nell’albergo che ospita la Lazio, sono potuto entrare nella struttura. Ho visto la squadra da una posizione privilegiata e ho fatto la foto con tutti i giocatori e lo staff. Ma la cosa che più mi rende orgoglioso è il fatto di essere stato il primo tifoso a scattare un selfie con la Coppa Italia ad Auronzo. Era appena arrivata, Immobile l’ha tirata fuori da un borsone ed io ho potuto subito immortalarmi con il trofeo”.

In questi giorni stai anche seguendo da vicino gli allenamenti. Che idea ti sei fatto dei nuovi acquisti?
“E’ sempre prematuro parlare prima dell’avvio della stagione ma le impressioni sono ottime. La società ha rinforzato le zone di campo che più necessitavano. Ho visto bene Vavro, è molto forte fisicamente. Lazzari non ha bisogno di presentazioni mentre Jony mi incuriosisce. Secondo me farà bene in campionato”.

Hai già programmato il “piano Lazio” della prossima stagione?
“La volontà di seguire la Lazio c’è e ci sarà sempre. Io e i miei amici saremo all’Olimpico per i match più importanti. Dentro di me coltivo un desiderio: vorrei vedere una partita della Lazio in Inghilterra. In Europa sono stato solo a Bucarest, in occasione del match dello scorso anno contro la Steaua. Ho la passione per la Premier e andare a tifare i colori biancocelesti oltremanica sarebbe la realizzazione di un sogno”.

Intervista a cura di Marco Barbaliscia


LAZIONEWS-LAZIO-GIORGIO-COPPA-ITALIA
Lazionews.eu
LAZIONEWS-LAZIO-GIORGIO-INZAGHI
Lazionews.eu
LAZIONEWS-LAZIO-GIORGIO-LULIC
Lazionews.eu
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.