Tempo di lettura: < 1 minuto

RASSEGNA STAMPA SS LAZIO- Sta quasi per scadere il suo contratto e deve decidere che strada prendere. Alberto Bollini è reduce da metà stagione sulla panchina della Primavera e metà su quella della prima squadra come vice di Reja, due grandi esperienze che lo hanno fatto maturare, ma ora, senza il tecnico friulano, il ruolo offertogli dalla Lazio è di tipo dirigenziale. Bollini, ricorda il Corriere dello Sport (D.Rindone), è uno degli opinionisti Rai ai mondiali e in tv ha detto: «Deciderò se ricoprire un ruolo ancora all’interno della Lazio o se andare ad allenare in altre squadre». Un’offerta già è sul piatto, quella del Foggia, ed è seguito da molte squadre di serie B.  Ha poi ricordato la passata stagione ed elogiato la figura di Reja: «A dicembre ero alla guida della Primavera della Lazio, eravamo primi in classifica e portavamo lo scudetto sul petto, poi sono stato chiamato in prima squadra da Reja e dalla società. Per me è stata un’esperienza assolutamente positiva, con Reja si è creato un grande rapporto umano, mi ha dato spazio, mi ha permesso di lavorare tanto in campo». E’ un grande tecnico e lasciarlo partire sarebbe un peccato, come alcuni giocatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.