FOCUS | Bologna, i nuovi rossoblù del grande ex, Sinisa Mihajlovic

Pubblicato 
domenica, 14/08/2022
Di
Andrea Castellano
lazionews-lazio-bologna-serie-a
Tempo di lettura: 3 minuti

FOCUS AVVERSARIA BOLOGNA - Ricomincia finalmente il campionato. Dopo una lunga attesa, torna in campo la Lazio per la prima giornata di Serie A 2022/23. Allo Stadio Olimpico arriva il Bologna dell'ex Sinisa Mihajlovic, una squadra che ha cambiato molto in questa sessione estiva di calciomercato. Andiamo, dunque, a conoscere meglio i rossoblù.

LEGGI ANCHE ---> Il calendario della Lazio, giornata dopo giornata

Lorenzo De Silvestri, un cuore biancoceleste come simbolo del Bologna calcio

Uno dei simboli di maggior esperienza del Bologna è sicuramente Lorenzo De Silvestri. Il numero 29 sta per cominciare il suo terzo anno in maglia rossoblù, ed è un giocatore fondamentale per la formazione di Sinisa Mihajlovic. In più, per il classe 1988, la partita contro la Lazio non sarà mai come tutte le altre.

Infatti, è da sempre tifoso dei biancocelesti, con cui ha cominciato a giocare nel 1999 dopo essere stato acquistato dalla Romulea. Il suo esordio assoluto con l'aquila sul petto arriva nel 2005 a soli 17 anni nella Coppa Intertoto, diventando uno dei calciatori più giovani a debuttare con i capitolini.

La rete più importante realizzata dal difensore risale al 2007 contro il Napoli in Coppa Italia quando compie una dedica a Gabriele Sandri, tifoso laziale e suo grande amico ucciso da un agente di polizia stradale. Nel 2009 arriva un'altra grande gioia per l'ora terzino del Bologna: la vittoria della coppa nazionale ai danni della Sampdoria di Delneri. Poi però, proprio quell'estate, De Silvestri lascia la Lazio per accasarsi alla Fiorentina.

La causa principale dell'addio a sorpresa è il rapporto incrinato con il presidente Lotito, che ha portato il ragazzo di Monteverde ad andare via dalla sua tanto amata maglia biancoceleste. Nonostante ciò, i colori del cielo e la tifoseria laziale gli rimarranno sempre nel cuore, come un vero uomo di Curva Nord.

Lo stile di gioco del Bologna avversaria della Lazio: le ultime news

In questa stagione il Bologna si schiera con un 3-4-2-1, con gli esterni di centrocampo che si abbassano in fase difensiva per comporre un assetto a 5 davanti al portiere. I rossoblù in questa sessione di mercato hanno perso dei pezzi importanti, come Hickey, Theate e Svanberg, rispettivamente al Brentford, al Rennes e al Wolfsburg. In porta, però, c'è sempre Lukasz Skorupski: una sicurezza per i felsinei.

La linea di difesa è composta da Soumaouro, Bonifazi e Medel al centro. Sugli esterni si muovono l'ex Lazio Lorenzo De Silvestri e Andrea Cambiaso, arrivato quest'estate in prestito dalla Juventus. A centrocampo svariano Dominguez ed Aebischer, con il nuovo acquisto Ferguson pronto a subentrare.

Invece, i trequartisti dietro ad Arnautovic che guida l'attacco sono Orsolini e Soriano, con Vignato, Sansone e Barrow che si preparano per dare supporto a gara in corso.

Bologna, corsi e ricorsi storici contro la Lazio in Serie A

Tra Lazio e Bologna, sono 156 i precedenti in tutte le competizioni. L'ultimo match ovviamente risale al ritorno dello scorso anno, terminato 3-0 per i biancocelesti grazie alla rete di Immobile e alla doppietta di Zaccagni. In totale sono 55 vittorie laziali, 58 rossoblù e 43 pareggi. Tra le due formazioni il risultato più frequente risulta essere l'1-0, che ritroviamo per ben 10 volte.

Il più recente, inoltre, corrisponde alla stagione 1996/97. Il primo incontro tra queste società, nel 1928, è da sottolineare: un rocambolesco 6-2 bolognese, con tre goal dei fratelli Busini. Nel 1948, invece, la Lazio si impone con un 8-2, condito dalla doppietta di Pulcinelli.

Il Bologna successivamente si fa valere nel 1951 con un 7-2. Per concludere, è da record il risultato del 2013: 6-0 per i capitolini, con ben 5 goal di Miroslav Klose.

Avversaria Lazio 2022, le statistiche particolari sul Bologna

Il Bologna, nella nuova stagione di Serie A 2022/23, risulta essere una tra le squadre più giovani del campionato, co la media d'età che ammonta a 24,8 anni. In più, è una delle formazioni con più giocatori cresciuti 'in casa': ben 8, per un totale di 49 presenze e 4 gol.

Inoltre, in rosa vi è ancora Ibrahima Mbaye, attualmente il calciatore più fedele al club e uno tra i più longevi nella massima lega italiana. Infatti, il terzino destro è in maglia rossoblù da circa 2600 giorni.

Andrea Castellano
@Riproduzione riservata. Copyright Lazionews.eu

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram