lazionews-lazio-felipe-caicedo
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

TORINO LAZIO CAICEDO – Al termine della gara tra Torino e Lazio è intervenuto ai microfoni di DAZN e successivamente alla radio ufficiale della Lazio uno dei protagonisti della gara, Felipe Caicedo. L’ecuadoriano ha siglato la rete decisiva al 97′, regalando 3 punti alla squadra di Simone Inzaghi.

Felipe Caicedo su Torino Lazio

“Abbiamo recuperato con lo spirito che ci contraddistingue. La squadra non molla mai. Oggi avevamo davanti un avversario forte, che ha pochi punti, ma ne merita di più. Testa a mercoledì ora”.

Il gol

“Ho fatto 1-2 con un difensore del Torino. Lì bisogna essere cattivi e fare solo gol ed io lavoro per questo. Il mister ha detto più di una volta che non ci sono titolari e riserve. Bisogna essere sempre compatti e io faccio di tutto per farmi trovare pronto. Quando ho visto la palla ho pensato che dovevo essere cattivo e fare gol. Come è successo a Cagliari, a Sassuolo o contro la Juve. Noi attaccanti dobbiamo essere determinanti. Per me è una legge di vita. Non mollo mai, sia nella vita privata che nel calcio. Cerco sempre di trasmettere questo alla squadra. E credo che questa sia la strada giusta”.

Lo spirito

“Questa vittoria e il punto in Champions sono fondamentali. Abbiamo tanto spirito, mancano giocatori, ma tra poco li avremo con noi. E’ stata un’emozione grandissima. La squadra si meritava un finale così. Un po’ di sofferenza ci stava. Ma la squadra non molla mai. Bisogna recuperare lo spirito dell’anno scorso. Sono molto contento per me e la squadra. E’ un momento di difficoltà per noi. Abbiamo fatto un grande sacrificio anche con il Club Brugge, i ragazzi che sono stati positivi non si sono neanche allenati. Mancano ancora tanti giocatori ma presto saranno di nuovo con noi”.

Verso San Pietroburgo

“Lo Zenit è una squadra che gioca bene. Dobbiamo essere bravi a gestire i tempi. Loro giocano con un bel pubblico che spinge bene. Dobbiamo restare tranquilli, oggi abbiamo fatto una bella prova. Andremo la per vincere la partita. Ho amici lì che giocano nello Zenit, è una squadra che gioca bene. Noi dobbiamo essere bravi a gestire i tempi. Oggi abbiamo fatto una bella prova, lì andremo per vincere. Questo deve essere il pensiero”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.