CALCIOMERCATO. Ag.Guerrieri: "Che emozione vederlo giocare all'Olimpico. Futuro? Valuteremo a fine stagione"

Pubblicato 
sabato, 02/05/2015
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

CALCIOMERCATO LAZIO - Tra i principali protagonisti del duplice confronto con la Roma nella finale di Coppa Italia Primavera c'è senz'altro Guido Guerrieri. Intervenuto ai microfoni di Radio Olympia il suo agente Michelangelo Minieri, procuratore tra gli altri anche di Luca Crecco e Antonio Rozzi, commenta la storica vittoria di ieri e sulla stagione del giovane portiere: "Guido si sta mettendo in mostra, in particolar modo in questa stagione ha fatto benissimo. La strada è ancora lunga ma non si può negare sia un ragazzo interessante. Vederlo all'Olimpico che fa una partita del genere è davvero bello, non mi ha sorpreso perché ha già dimostrato in altre occasione le sue doti. La chiamata dell'Italia Under 19 è un altro premio, il futuro è dalla sua parte. Di lui ho avuto modo di parlare con Lotito e Tare, eravamo in tribuna insieme. Si vedeva che erano contenti per il successo della Coppa Italia".

Sul futuro
"Ne parleremo con la società, il portiere è un ruolo delicato. In Serie B non ci sono '95 che giocano titolari, serve tanta esperienza. In Lega Pro può accadere ti diano delle chance, a fine stagione valuteremo il da farsi con la società".

Un futuro sulle orme di Perin?
"Mattia al primo anno tra i professionisti andò al Padova, non giocò spesso. Noi cercheremo la soluzione migliore affinché Guido trovi spazio, solo giocando può crescere e togliersi delle soddisfazioni. Non mi sento di fare un previsione sul suo ingresso in prima squadra, ovvio che vestire la maglia della Lazio è il sogno di tutti".

Sulla stagione di Crecco e di Rozzi
"Per le qualità che hanno possono raggiungere obiettivi importanti. Sono contento dell'esperienza di Crecco con la Ternana, è stata positiva. Ha saltato poche partite, è stata un'annata molto buona, ha avuto modo di crescere come giocatore e come uomo. Rozzi a gennaio è andato all'Entella per giocare di più, recentemente è stato convocato anche in Nazionale ma poi si è infortunato".

Sulla storica vittoria di ieri
"Dopo l'andata mi aspettavo una partita aperta, la Lazio è entrata in campo molto determinata. Il gruppo della Lazio è ciò che risalta maggiormente, sono tre anni che questa squadra vince nonostante il ricambio di giocatori. Merito della società che ogni anni crea una delle squadre più forti d'Italia".

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram