lazionews-lazio-coronavirus
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO PULCINI – La Lazio è finita all’interno di un’indagine che potrebbe portare a gravi conseguenze per il club. I biancocelesti, qualora venissero dimostrate alcune irregolarità nel discorso tamponi, rischiano punizioni severe che vanno da un’ammenda alla retrocessione. Sotto la lente di ingrandimento è finito anche il medico della società Ivo Pulcini. La situazione del dottore non è delle migliori. Le scelte fatte nell’ultimo periodo da responsabile dell’area medica del club biancoceleste sono apparse sospette alla Procura Federale, che ha intenzione di interrogarlo. Oggi Pulcini era atteso in Via Campania, per rispondere ad alcune domande dei federali riguardo la situazione che si è creata e fare chiarezza. Ma l’avvocato Gentile ha chiesto ed ottenuto il rinvio dell’audizione. Il cardiologo verrà comunque ascoltato in settimana.

Pulcini, il percorso che lo ha portato ad essere indagato

Da quando la pandemia ha invaso l’Italia, Ivo Pulcini ha sempre dato un peso relativo al virus. Tanto che è stato denunciato dal Codacons per avere detto che per far ripartire il campionato sarebbe bastato effettuare un “test immunologico a immuno fluorescenza”. Nei giorni scorsi, inoltre, ha asserito che “il genoma N sia talmente debole come virulenza da non aver alcun significato contagioso. Considerare malati tutti i positivi, è un’esagerazione. Essere positivo vuol dire essere malato e contagioso, se non hai sintomi e magari sei anche un atleta ti faccio il controllo e ti mando a giocare. Per me l’asintomatico non è malato. Io sono da sempre contrario alla quarantena”. Queste dichiarazioni non sono senza dubbio passate inosservate alla Procura Federale, che dopo aver notato i risultati quanto meno particolari dei tamponi dei giocatori della Lazio, ha deciso di interrogare il medico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.