Collina: "Da adolescente giocavo da libero come Wilson". E sulla Lazio...

Pubblicato 
martedì, 19/04/2022
Di
Emanuele Castellucci
lazionews-lazio-pierluigi-collina
Tempo di lettura: < 1 minuto

COLLINA INTERVISTA - Pierluigi Collina si è raccontato in un'intervista rilasciata sul canale YouTube di CalciatoriBrutti. L'ex arbitro ha parlato anche della Lazio e di Pino Wilson. Di seguito le sue parole.

Intervista Collina: sulla figura dell'arbitro e sulla Lazio

"L'arbitro in Serie A è un professionista. Quando avevo 14 anni se non avessi tifato per una squadra, voi mi chiedereste da dove vengo. Uno che ha un percorso così forte nel calcio, ma a 14 anni andava a vedere le mostre di farfalle, uno può dire 'qualcosa non torna'. A 14 anni non puoi non tifare per una squadra. Quando diventi un professionista la tua squadra del cuore sei te stesso. La mia squadra preferita di quando avevo 14 anni non mi interessava se vinceva o perdeva. Sono nato e cresciuto a Bologna, la mia famiglia è bolognese. È normale che avevo una simpatia per i rossoblù da ragazzino, eppure ho arbitrato un play out tra Bologna e Parma per la Serie B. Da adolescente giocavo come libero. Mi piaceva Pino Wilson. Era un libero a quel tempo particolare. Bravissimo con i piedi, molto tecnico, personaggio, Ray-Ban gialli, era un ganzo. Mi era simpatico lui, mi era simpatica la Lazio. Eppure nelle prime otto partite in cui ho arbitrato la Lazio in Serie A non ha mai vinto. Per me era una squadra vestita d'azzurro. È come quando Nesta giocava contro la Lazio. Sei un professionista, difendi i colori che indossi e i miei erano quelli della divisa da arbitro".

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram