Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIONALI – L’Italia di Antonio Conte perde pezzi, oggi costretto ad alzare bandiera bianca Insigne. L’attaccante del Napoli ha lasciato il ritiro degli azzurri a Coverciano, a causa del versamento al ginocchio destro accusato dopo la gara di domenica sera tra Milan e Napoli. Il ct ha deciso di convocare Bonaventura, che raggiungerà in serata i compagni. Stamattina in scena la seduta di allenamento in vista dei due importanti impegni: la sfida con l’Arzebaijan (in programma sabato a Baku) e con la Norvegia (martedì a Roma), decisive per strappare il biglietto per gli Europei del 2016. Nel pomeriggio, dopo le conferenze stampa di Parolo e El Shaarawy, annullata la seconda seduta di giornata prevista. Domani pomeriggio, dopo l’allenamento in mattinata, la partenza per Baku.

Il ct Conte ancora studia l’Italia, ancori molti dubbi su modulo e interpreti. Nonostante le assenze di Insigne e Berardi, il reparto avanzato resta comunque ricco. La decisione tattica oscilla tra il 4-4-2 e il 4-3-3, Candreva e Parolo sperano in una maglia da titolari. L’ex allenatore della Juventus ha testato Florenzi come interno di centrocampo, alternando invece in cabina di regia Pirlo e Verratti. Candreva potrebbe conquistarsi un posto nel tridente – in caso di 4-3-3 – con uno tra El Shaarawy e Giovinco sul fronte mancino. Oppure muoversi sulla fascia se l’Italia si schierasse con il 4-4-2. Buone possibilità di vedere dal primo minuto anche Parolo, maggiormente favorito con una mediana a tre. Altrimenti si giocherebbe un posto proprio con il centrocampista della Roma.

G.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.