CONTRATTO COLLETTIVO CALCIATORI. Beretta:"La nostra posizione rimane la stessa. La mediazione di Abete non modifica le cose".

Pubblicato 
giovedì, 25/08/2011
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il presidente della Lega Calcio ribadisce la sua posizione e dichiara che la mediazione di Abete non modifica la situazione...

(foto Getty Images)

La situazione non sembra mutare: la distanza tra Lega Calcio e L'Assocalciatori permane, rendendo sempre più probabile lo sciopero dei giocatori per domenica 28 agosto. Situazione che rimane immutata nonostante il tentativo di mediazione da parte del presidente della Figc, Giancarlo Abete. «La nostra posizione è uguale a quella di ieri, non è cambiata. L'Aic deve accettare entrambe le integrazioni proposte dalla Lega. Sono loro che scioperano e che se ne devono assumere la responsabilità di fronte a tutti». Sono le parole del presidente della Lega calcio di Serie A, Maurizio Beretta, dopo il Consiglio Federale nel quale il presidente della Figc, Giancarlo Abete ha proposto di istituire un fondo di 20 milioni a tutela della Lega di Serie A sul contributo di solidarietà. «Non credo di dover risposte ad Abete - prosegue Beretta - la proposta di un fondo di garanzia non fa mutare la posizione della Lega di A». Così il numero uno della Lega Calcio ha chiuso la porta all'ultima mediazione del presidente federale. «Le posizioni della Lega sono precise, vanno accolte le nostre richieste di modifica».
L'accordo sembra essere sempre più lontano...

DANIELE GARGIULO

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram