CALCIOMERCATO

CORRADI carica: “Lazio, vinci in Turchia e poi batti la Roma”

- Advertisement -
- Advertisement -

Tempo di lettura: 2 minuti

(getty images)
(getty images)

NOTIZIE SS LAZIO – Bernardo Corradi, attaccante laziale dal 2002 al 2004, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio. “Mi ha sorpreso molto il modo in cui l’allenatore è riuscito ad ambientarsi – dice Corradi -. Secondo me la squadra è ben fatta e ben formata, ha giocatori che sanno giocare bene la palla, che si inseriscono e che sono molto bravi sotto porta. In difesa ha Biava che nella marcatura a uomo è uno dei più bravi in Italia. Non è una squadra perfetta, ma può fare un buon campionato”.

Corradi era un attaccante molto simile fisicamente a Libor Kozak: “Bisognerebbe dargli fiducia, come struttura siamo simili, come caratteristiche siamo diversi. E’ giusto che gli sia dato spazio, è giovane, in Europa ha fatto bene, Klose sta ritornando, è giusto che abbia una competizione per mettersi in mostra. Può ancora  migliorare, se si impegna può fare un  salto in avanti, anche Toni all’esordio non era il Luca Toni del mondiale. Anche io credo di essere migliorato piano piano, deve essere aiutato anche dalla squadra, ricordo che Lopez andava nello spazio ancora prima che io spizzassi la palla”.

Il giocatore che mi ha colpito di più? Klose a parte, è stato Candreva. Ha acquisito una continuità importante, non era partito con i favori del pubblico ed è stato bravo a far cambiare idea a tutti. Il derby? Io credo che condizionerà soprattutto il risultato di domani sera, se dovesse essere positivo potrebbe essere una spinta in più. Quando una squadra vuole ambire a traguardi importanti non deve farsi deconcentrare da niente“.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI