CALCIOMERCATO

Corradi: “Lazio, non hai nulla da perdere. Così si segna alla Juventus”

- Advertisement -

Tempo di lettura: 2 minutiPubblicato il 2/12 alle 11.38

ESCLUSIVA LAZIONEWS.EU – 6 Dicembre 2003, ecco la data dell’ultima vittoria biancoceleste in campionato, contro la Juventus. 13 anni fa la banda Mancini fece impazzire l’Olimpico, superando i bianconeri di Lippi per 2-0, grazie alle reti di Fiore e Corradi. Proprio l’ex punta biancoceleste, specializzata nei gol contro la Vecchia Signora, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Lazionews.eu, per commentare il momento della squadra di Pioli e l’imminente partita di venerdì contro la Juventus:

Che momento sta vivendo la Lazio?

“Il momento non è dei più felici, però credo che bisogna fare delle distinzioni. C’è la prestazione legata al risultato e la prestazione legata alla risposta della squadra in campo. E’ normale che i risultati oggi non sono positivi, è sotto gli occhi di tutti,  però se si prende in analisi la partita disputata domenica ad Empoli non credo che alla Lazio si possa imputare niente. Io non sono uno di quelli che usa i torti arbitrali come scusante, però è normale, che se sei in un periodo di difficoltà e ogni episodio e decisione arbitrale ti va contro, si faccia più fatica. Non sarei così pessimista visto che la squadra ha dato una risposta forte pur non conquistando i tre punti”.

Arriva la Juventus, è un bene affrontare una squadra così forte o sarebbe stato meglio incontrare una più debole?

“Premesso che le big prima o poi vanno incontrate, è anche vero che in un momento del genere se perdi contro la Juventus ci sta. Credo sia una partita nella quale hai poco da perdere, anzi, ti può dare più stimoli. Sarebbe bello vedere tanta gente allo stadio, per caricare l’ambiente e la squadra.  Venerdì la Lazio incontrerà una squadra che, anche se ancora non gioca molto bene, è molto concreta e fa male, e soprattutto nel reparto avanzato ha dei giocatori che  sono entrati in condizione e trovano spesso la via della rete. Considerano le pseudo-amnesie difensive che ha la squadra di Pioli, è normale che uno nell’analisi della partita potrebbe essere preoccupato. E’ anche vero, però, che riuscire a fare risultato contro la Juventus potrebbe darti energie in più per riprendere il cammino per recuperare”

Perchè i giocatori importanti stanno rendendo al di sotto delle loro possibilità?

Questo non lo so perchè per giudicare uno deve essere dentro lo spogliatoio. Essendo stato un calciatore, non credo che qualcuno possa giocare male per poi essere venduto, perchè le squadre che ti cercano possono anche valutare il fatto che tu non riesca a mantenere un determinato rendimento per lungo tempo. Sarebbe come farsi un dispetto da soli. E’ un momento di difficoltà, sembra anche che abbiano perso quella sorta di aurea positiva che avevano l’anno scorso perchè sembrava che il gruppo riuscisse a superare qualsiasi difficoltà. Da fuori sembra che questa atmosfera di unità sia scemata, poi ripeto per dare un giudizio migliore bisognerebbe vivere lo spogliatoio e vedere cosa sia cambiato rispetto allo scorso anno”

Che ricordi ha delle sfide contro la Juventus? Lei firmò un gol nell’ultima vittoria contro i bianconeri, può dare qualche consiglio?

“Sai è sempre difficile fare paragoni tra i giocatori del passato e quelli di oggi, io gli ultimi ricordi che ho nelle partite contro la Juve con la Lazio sono positivi, perchè in casa vincemmo 2-0, fece gol anche Fiore, e l’ultima partita giocata a Torino, la finale di Coppa, rifacemmo gol io e Stefano

Riccardo Caponetti

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI