CORRIERE DELLO SPORT. Altra svolta, c’è la LAZIO dei mediani

Una sintesi dell’articolo del Corriere Dello Sport. Si cambia modulo; largo al 3-5-1-1 con Ledesma, Gonzalez e Matuzalem centrali…

(getty images)

Senza Hernanes e Candreva, l’unico che avrebbe potuto coprire la fascia sinistra, con l’esigenza di contrastare il centrocampo a tre dell’Udinese e senza adeguate risposte da Kozak e Alfaro, Reja ha deciso per la svolta. Domani sera al Friuli la Lazio scenderà in campo con la difesa a tre. Il tecnico di Gorizia punterà sulla fisicità di Diakitè, che ha voglia di cancellare l’autogol di Novara, gli anticipi di Biava e la personalità di Dias. Modulo provato ieri pomeriggio al centro sportivo il 3-5-1-1, lo stesso su cui sta puntando Guidolin nelle ultime settimane. Reja appare intenzionato a confermare Scaloni. Si fida dell’argentino, sta tirando fuori una partita meglio dell’altra, ha avuto la capacità di segnare un gol (a Parma) e servire due assist (con Juve e Lecce), merita il posto. Sta mascherando con l’esperienza il passo non più veloce come una volta e forse le progressioni di Armero lo metteranno sotto pressione. Ma Lionel lo aspetterà, giocando sulla linea difensiva, soprattutto nella fase di non possesso. Diakitè, Dias e Biava dovranno imbrigliare Di Natale e chi assisterà il bomber dell’Udinese (Torje?). Sulla fascia l’esterno basco potrà contare anche sull’appoggio di Mauri, chiamato in partenza a svariare. Reja ha provato il centrocampo a tre e domani al Friuli potrebbe sacrificare Cana. La linea mediana dovrebbe essere formata da Gonzalez, Ledesma e Matuzalem. Decisivi i duelli con Asamoah, Pazienza e Pinzi, perché orienteranno la partita. Il centrocampista uruguaiano, appena tornato da Montevideo, avrà il compito di proiettarsi a rete. Considerando le alternative a disposizione e il ritardo di condizione di Konko, che partirà dalla panchina, non c’è molta altra scelta per Reja, che magari spera di segnare anche sfruttando i calci piazzati. L’unico dubbio potrebbe riguardare la rinuncia a Cana, che garantisce centimetri e sostanza per contrastare i corridori dell’Udinese. E’ possibile che Reja questa volta preferisca affidarsi alle geometrie di Matuzalem dal primo minuto. Farlo entrare in corsa, come è successo a Novara, potrebbe essere rischioso.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.