Restiamo in contatto

NOTIZIE

CORRIERE DELLO SPORT. Lazio, Rocchi a quota 99!

Uno stralcio dell’articolo del Corriere dello Sport

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Segna da sette anni, non ha mai smesso, è il capitano della Lazio e il primo acquisto indovinato di Lotito, che ha co­nosciuto l’Europa del calcio grazie ai suoi gol. Rocchi ha mantenuto la promessa e ha fir­mato l’ingresso nella fase a giro­ni, realizzando una doppietta sul campo di Skopje. Ora sono 99 con la maglia biancoceleste e il centesimo si augura di fabbri­carlo all’Olimpico. Forse parti­rà Zarate e questa diventerà la Lazio di Klose e Cissè, ma è an­cora quella di Tommaso, cen­travanti con i movimenti da ma­nuale del calcio, capace di pun­tare la porta come pochi. Ha sfruttato l’occasione, si metterà in concorrenza, dimostrando se ancora ce ne fosse bisogno quanto Reja si possa fidare di quei giocatori che sbagliano po­co. E’ il caso di Mauri, ma anche di Hernanes e Ledesma, decisi­vi quando sono entrati in parti­ta, sino a quel momento soffer­ta. […]

PROFONDITA’
– […]

Diakitè ha fatto sentire i suoi muscoli a Petkovski (cartellino giallo), Matuzalem ha iniziato a far gi­rare il pallone, ma sono stati so­prattutto Mauri e Rocchi, guar­da caso gli unici che riescono a dare profondità al gioco, a dare la scossa. Innescato dal centro­campista, al 22’ il capitano s’è trovato sul sinistro il pallone per sbloccare la partita: sassata in diagonale, ma è stato il palo a respingere e salvare Dimitriev­ski, portierino 17enne niente male, che l’Udinese (arrivano sempre per primi) ha già acqui­stato per gennaio. Un minuto dopo, però, Mauri è entrato in area, ha attirato tutta la difesa macedone e dalla linea di fondo con un passaggio all’indietro ha pescato Rocchi, solo davanti al­la porta: destro di collo pieno, Lazio in vantaggio.

DIAS – La staffetta era prevista all’intervallo, in realtà Reja ha dovuto anticipare al 36’ l’in­gresso di Biava a causa dell’in­fortunio di Dias, colpito alla te­sta e travolto da Bizzarri in uscita. Chissà che l’episodio non abbia condizionato anche l’argentino, sorpreso dalla pu­nizione da più di trenta metri di Lazarevski, che forse neppu­re voleva tirare: il pallone s’è infilato nell’angolo e così è arri­vato il pareggio festeggiatissi­mo dallo stadio Filippo II. Reja nella ripresa ha invertito gli esterni, riportando a sinistra Lulic, apparso a disagio sulla destra. Poi ha tolto anche Mau­ri e inserito Hernanes. Il Profe­ta s’è presentato subito bene, risvegliando una partita morta. Al 20’ il suo diagonale non ha inquadrato la porta, ma poi è riuscito a riportare la Lazio in vantaggio a capo di una combi­nazione con Ledesma (appena entrato per Kozak) che avreb­be potuto tirare e gli ha restitui­to il pallone per tirare a colpo sicuro. Festa completa al 33’, quando Rocchi ha firmato il no­vantanovesimo gol della sua carriera laziale, pescato da un bel cross di Lulic: stop in corsa e gol. Una bella presentazione per l’Europa League.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati