CORRIERE DELLO SPORT. Lazio su Coates ma c’è già il City

Pubblicato 
venerdì, 29/07/2011
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

(getty images)

E’ un gigante, è un gioiello del­l’Uruguay del maestro Tabarez, s’è laurea­to campione in Coppa America a 20 anni, è stato eletto miglior giovane del torneo, è en­trato nell’orbita della Lazio. Parla il suo ma­nager, Matias Pittini: « Sì, Coates interessa alla Lazio, è seguito da tanti club, c’è anche un’altra grande socie­tà italiana sulle sue tracce.

Il suo futuro? Posso dire che partirà sicuramente in que­sta finestra di mercato, stia­mo valutando la soluzione migliore. Ha giocato una grande Coppa America, è un vero talento. Quanto costa? Non posso dare questa infor­mazione. I biancocelesti lo hanno seguito da vicino» . L’ammissione arriva dall’Uru­guay, ma ci sono anche le voci che arrivano dall’Inghilterra: il Manchester City è pron­to ad offrire 11 milioni di euro per il gioca­tore. La Lazio, comunque, prova ad inserir­si.

Segue da tempo Sebastian Coates, difen­sore centrale uruguaiano, status extraco­munitario ( andrebbe liberato un posto), 1,96 di altezza, classe 1990, compirà 21 an­ni ad ottobre, gioca nel Nacional Montevi­deo, ha fatto tutta la trafila ed è esploso nel 2009. Coates è cresciuto, è un nome che ri­torna, per la prima volta fu accostato ai biancocelesti nel dicembre scorso, se ne parlò in Uru­guay. La Lazio prese in con­siderazione la sua candida­tura, ma inseguiva Miranda del San Paolo (addirittura si ipotizzò un’operazione incro­ciata tra i due club). Lotito ci sta pensando, è stato un grande protagonista nel fina­le del torneo sudamericano e le sue presta­zioni hanno fatto lievitare il prezzo, il Na­cional punta a scatenare un’asta tra club eu­ropei per incassare soldoni. Su Coates stan­no chiedendo informazioni in tanti e Lotito è tra questi: il mercato biancoceleste uffi­cialmente è chiuso, in difesa è arrivato Stankevicius (viene utilizzato come centra­le), ma non vanno esclusi colpi a sorpresa, dipenderà dal mercato in uscita.

LA STORIA -Coates ha fatto strada in poco tempo. A 18 anni fu chiamato in prima squadra dal Nacional, arrivò a disputare ben 21 partite di campionato e riuscì a se­gnare 2 gol. Il baby d’oro ebbe la forza di imporsi pure in Coppa Li­bertadores (2 gol in 13 parti­te nelle edizioni 2009 e 2010). Non ha mai avuto pau­ra di niente e nessuno, è na­to col sogno di sfondare nel calcio e ha deciso di vincere la sua sfida. Coates e Lugano ( vecchio pallino di Lotito e Tare) hanno chiuso la porta di Muslera nel rush finale della Coppa America, si sono distinti come coppia cen­trale.

[…]

TOLOI­La Lazio continua a monitorare il mercato, non si è tirata fuori dalla mischia. Coates è l’ultima idea, i dirigenti prima hanno pensato a Gaby Milito del Barcello­na e nelle scorse settimane al club è stato proposto il brasiliano Breno del Bayern Mo­naco. E’ stato segnalato pure il baby italo­argentino Pezzella del River Plate, si è riparlato di Rever ( oggi all’Atletico Mineiro). Nelle ultime ore si è rifatto il nome di Rafael Toloi del Go­ias, ha 20 anni, è considera­to un talento, l’anno scorso veniva valutato oltre 5 milio­ni di euro, ha status extraco­munitario.

[…]

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram