lazionews-stroppa-giovanni-crotone
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

STROPPA CROTONE – Termina 2 a 0 per la Lazio all’Ezio Scida di Crotone. La squadra di Giovanni Stroppa resta fermo a 2 punti in classifica. Il tecnico rossoblù è intervenuto ai microfoni di SkySport al termine del match.

Le parole di Stroppa

“All’inizio sembrava non si potesse giocare e che il campo peggiorasse. Invece ha tenuto bene e anche il vento è migliorato. La partita è stata abbastanza giocabile rispetto al previsto. Chiaramente la forza della Lazio si è vista, anche se siamo stati sfortunati in alcuni episodi. Peccato, ma affrontavamo una squadra tosta”.

La situazione a Crotone

“Il campo era in perfette condizioni finché siamo arrivati allo stadio. Poi le condizioni atmosferiche sono peggiorate. Ci è stato detto che la situazione era sotto controllo e che non c’erano persone coinvolte nel nubifragio”.

La fatica della squadra

“Secondo me segniamo poco rispetto a quanto creiamo. Siamo troppo sterili in zona gol, nonostante abbiamo tante occasioni. Per me questo è un dato importante, ma bisogna migliorare. Serve consapevolezza, che può arrivare solo attraverso i gol e con i risultati. I nostri attaccanti escono spesso come migliori in campo, ma bisogna avere quella marcia più. Sicuramente in casa abbiamo affrontato sempre squadre toste e quindi non ci è stato d’aiuto il calendario”.

Limiti tecnici

“Servono giocate provenienti non solo dal collettivo, ma anche da situazioni individuali. A volte sbagliamo anche a livello tecnico, abbiamo dei limiti e dobbiamo lavorarci. Per me è importante che la squadra lotti e sia viva, ma è chiaro che contro la Lazio non sia facile esaltare le proprie qualità. Sicuramente abbiamo nomi meno importanti di altre squadre, ma anche gli infortuni non ci stanno aiutando”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.