lazionews-lazio-beppe-signori
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

CUCCHI PARDO DICHIARAZIONI – La vicenda calcioscommesse che travolse Beppe Signori si è finalmente conclusa nel migliore dei modi. L’ex fuoriclasse di Lazio e Bologna al tempo delle accuse venne massacrato dalla stampa, ma dopo 10 anni di battaglie in tribunale la verità è saltata fuori. Il bomber è stato assolto dai giudici. La notizia dell’innocenza di Signori, però, sta passando sotto silenzio. Questo è il pensiero di Pierluigi Pardo e Riccardo Cucchi che hanno affidato ai social il loro parere sulla doppiezza di giudizio da parte dell’opinione pubblica. Il telecronista ha scritto: “Il mio radiotweet a ‘tutticonvocati’ sarà dedicato a Beppe Signori. 10 anni passati a combattere accuse e sospetti. Nessuno potrà purtroppo restituirgli questo tempo ma almeno adesso si dia massima visibilità a questa assoluzione piena”. Mentre Cucchi, storico tifoso della Lazio, ha ribadito: “Quando scoppiò il caso Signori credo tutti ricordiamo i titoli, le pagine, i servizi e il clamore che suscitò. Dopo 10 anni la sua completa assoluzione non mi pare abbia avuto la stessa evidenza. Lo rimarco con grande rammarico, da giornalista”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.