lazionews-lazio-francesco-acerbi-italia-polonia
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

CUCCHI LAZIO – Riccardo Cucchi ha parlato così della Lazio e del suo momento, ai microfoni della radio ufficiale dei capitolini. Queste le sue dichiarazioni.

Le parole di Cucchi sulla Lazio

“Entriamo nella fase più interessante per quanto riguarda il passaggio del turno in Champions League. La Lazio è messa bene in classifica ma il lavoro non è ancora concluso anche se il bottino di punti è sostanzioso. Lo Zenit è un avversario ostico, è una squadra rognosa da prendere con molta cautela. L’aereo della Lazio? Ci sta che ci sia lo sfottò ma non comprendo alcuni atteggiamenti su questo passo che la Lazio ha fatto, brandizzare è una delle caratteristiche del modo moderno di vivere il calcio, non è un caso che la Lazo arrivi quarta dopo grandi club come il Real o il Manchester City che già da tempo avevano aerei con il loro brand. E’ comunque un gesto importante che promuove il marchio, non capisco la cattiveria tra l’altro. La Lazio è l’unica ad aver fatto una cosa del genere in Serie A. Va bene lo sfottò ma credo sia anche giusto capire il perché di questa operazione”.

Luis Alberto

“Con il grande affetto che ho per Luis Alberto però una tiratina di orecchie devo dargliela, queste esternazioni non portano a nulla anzi, forse rovinano il clima e fanno arrabbiare qualcuno”.

Caicedo

“Caicedo sa quanto deve a se stesso per essere cresciuto molto come giocatore lavorando tutti i giorni sul campo di Formello”.

Acerbi Bastoni

“La coppia Acerbi-Bastoni mi ha entusiasmato, il giovane e l’esperto, mi è piaciuta molto e penso di poter dire che Acerbi ha tantissima qualità oltre all’esperienza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.