Pubblicato il 22/03 alle ore 8.30

BRUXELLES – Paura nella capitale europea. Bruxelles è sotto assedio: dalle 8 di questa mattina, infatti, si sono verificate tre esplosioni. Secondo l’ultimo bilancio le vittime sono 34, mentre i feriti sono circa 35.

AGGIORNAMENTO ORE 15.00 – Sale a 130 il computo dei feriti, chiuse le frontiere con Francia e Germania. L’Isis, intanto,  minaccia attacchi nel resto d’Europa. Ci sono italiani feriti, lo conferma la Farnesina. Papa Francesco in un telegramma a firma del cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, condanna la “violenza cieca” e chiede a “Dio il dono della pace”. Nelle parole del Pontefice anche la vicinanza ai feriti e ai loro familiari e a tutti quelli che prendono parte ai soccorsi.

AGGIORNAMENTO ORE 14.00 – L’Isis rivendica gli attentati di questa mattina. Nello scalo belga sono stati ritrovati un kalashnikov e un ordigno inesploso. Nessun italiano coinvolto.

AGGIORNAMENTO ORE 13.00 – La SS Lazio ha espresso il proprio cordoglio per gli attentati di Bruxelles di questa mattina. Riguardo agli atti di terrorismo che si sono consumati a Bruxelles, la società biancoceleste ha condiviso la propria vicinanza alle famiglie delle vittime su Twitter:

AGGIORNAMENTO ORE 12.50 – Il bilancio delle vittime degli attentati a Bruxelles di questa mattina, confermato dal premier belga Charles Michel, è di almeno 28 morti (13 all’aeroporto di Zaventem e 15 alla stazione di Maelbeek), mentre quello dei feriti sale a 90.

AGGIORNAMENTO ORE 12.30 – Anche lo sport belga potrebbe decidere di fermarsi. La Nazionale di calcio belga ha annullato l’allenamento previsto oggi in vista della sfida amichevole con il Portogallo, in programma martedì prossimo allo Stadio Re Baldovino di Bruxelles. “Siamo tutti uniti e il nostro pensiero va alle vittime. Il calcio oggi è irrilevante. Niente allenamento della nazionale”, recita un tweet della federcalcio. La partita, un test per gli imminenti Europei di Francia 2016, è a rischio annullamento.

AGGIORNAMENTO ORE 12.00 – “Con il cuore e con la mente a Bruxelless, Europa“. Così il premier Renzi commenta su Twitter le esplosioni nella capitale belga, con un numero ancora incerto di morti e feriti.

AGGIORNAMENTO ORE 11.50 – A margine degli avvenimenti, ha parlato il Premier belga Michel,  in una conferenza stampa nella quale ha fatto il bilancio degli attentati di questa mattina: “L’attacco in metro è stato fatto mezz’ora dopo quello in aeroporto. Il bilancio delle vittime è di 28 morti e 35 feriti (13 morti in aeroporto e 15 in metro)“.

AGGIORNAMENTO ORE 11.30 – Sergio Mattarella, il Presidente della Repubblica italiana, ha commentato tramite un comunicato gli attentati di Bruxelles: “Gli ultimi, gravissimi attentati di Bruxelles confermano tragicamente che l’obiettivo del terrorismo fondamentalista è la cultura di libertà e democrazia. Esprimo il mio cordoglio per le vittime e la più decisa condanna per gli esecrabili atti di violenza. Va ribadita la ferma convinzione che la risposta alla minaccia terroristica deve trovare saldamente uniti i Paesi dell’Unione Europea. Occorre affrontare questa sfida decisiva con una comune strategia, che consideri la questione in tutti i suoi aspetti: di sicurezza, militare, culturale, di cooperazione allo sviluppo. In gioco ci sono la libertà e il futuro della convivenza umana”.

AGGIORNAMENTO ORE 10.59 – Stando a quanto rivela ‘Le Soir’, il Palazzo Reale è stato chiuso per un pacco sospetto.

AGGIORNAMENTO ORE 10.25 – Fonti belghe assicurano che non è avvenuto nulla alla stazione di ‘Schuman’. Soltanto la stazione Metro ‘Maelbeek’, quindi, è stata colpita dall’esplosione degli ordigni, che hanno causato 10 morti e circa 30 feriti, oltre a quelli dell’aeroporto.

AGGIORNAMENTO ORE 10.23 –  La Farnesina, con una nota apparsa sul proprio profilo Twitter, ha comunicato che è stata attivata l’unità di crisi per monitorare la situazione. Inoltre “raccomanda ai connazionali presenti a Bruxelles di evitare spostamenti al momento“.

AGGIORNAMENTO ORE 9.40 – I media locali, in particolare il quotidiano belga ‘Le Soir’, ha parlato di una seconda esplosione ad una stazione della Metro, quella di ‘Schuman’.

AGGIORNAMENTO ORE 9.20 – Tutta la città belga è sotto attacco, tanto che è stato elevato il livello di allerta (4° livello, il massimo). Questo perchè anche nella stazione Metro ‘Maelbeek’, nel cuore della città, vicino alle istituzioni europee, c’è stata un esplosione.

 AGGIORNAMENTO ORE 8.46 – Gli organi governativi hanno fatto sapere che le due esplosioni sono un attentato, che segue di 48 ore la cattura di Salah Abdeslam, responsabile dei fatti di Parigi dello scorso 13 novembre. Inoltre è stato divulgato un primo numero di vittime, 13, e di 30 feriti. Inoltre, più di 100 persone sono state fatte evacuare sulla pista di atterraggio.

AGGIORNAMENTO ORE 8.30 –  Come riporta La Stampa (M.Zatterin), intorno alle 8 di questa mattina il terminal A dello scalo di Zaventem, nell’aeroporto di Bruxelles, è stato colpito da due esplosioni, causato da un kamikaze. Subito è scattato il piano sicurezza, con il luogo che è stato subito chiuso. Ancora non si sanno bene le cause dello scoppio, in seguito al quale diverse persone sono rimaste ferite.

 

R.C

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.