Tempo di lettura: 2 minuti

DZICZEK LAZIO – Patryk Dziczek è stato acquistato dalla Lazio la scorsa estate per poi essere subito girato alla Salernitana in prestito. Il polacco sembra essere in procinto di seguire le orme di Luiz Felipe, che prima di approdare in pianta stabile nella prima squadra biancoceleste si sono fatti le ossa a Salerno. Il centrocampista ha parlato del suo approdo in Italia in un’intervista rilasciata a przegladsportowy.pl.

Le parole di Dziczek

“In Russia mi hanno offerto guadagni molto migliori, ma dico sempre che i soldi arriveranno nel tempo, per me crescere è la cosa più importante. Posso guadagnare di meno, ma l’importante è migliorarmi. Non avevo dubbi sul fatto che a lungo andare il trasferimento in Italia sarebbe stato positivo per me. Avevo due offerte: dalla Lazio e dalla Lokomotiv Mosca. Ho deciso che l’Italia sarebbe stata la scelta migliore per me, perché è tra i top 5 campionati in Europa. Il mio obiettivo quando sono venuto a Salerno, era quello di imparare il calcio italiano. Lo so, qualcuno può ridere che questa è solo una seconda lega, ma è davvero impegnativa. E in questo paese è un modello noto e provato”.

Salernitana

“Ho dovuto imparare tutto lentamente, soprattutto le tattiche. Quando non ho giocato, l’allenatore mi ha calmato e mi ha detto che stava vedendo progressi. Ma certamente non è stato facile. Ero nervoso all’inizio, ma la mia ragazza continuava a dirmi di non preoccuparmi, e di aspettare la mia occasione. Ventura è un tecnico di altissimo livello, ho imparato molto da lui. In alcuni club un giocatore come me ha solo compiti difensivi, alla Salernitana è diverso. Quando abbiamo la palla, sono anche responsabile del gioco. In Polonia, aveva la reputazione di giocatore intoccabile che, se necessario, poteva giocare due partite di fila. Questo non è cambiato. Ho sentito molte volte dai preparatori, che durante le lezioni ho percorso circa dodici chilometri ad alta intensità. Per me, non c’è nessun problema a giocare ogni tre o quattro giorni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.