lazionews-lazio-correa-esultanza-immobile
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO CORREA – Ultimo giorno di ritiro ad Auronzo di Cadore per la Lazio. Il soggiorno biancoceleste sotto le Tre Cime di Lavaredo è servito a Simone Inzaghi per testare i volti nuovi arrivati nella capitale e per provare diverse soluzioni con i giocatori già in rosa. La squadra è stata sottoposta a dieci giorni di lavoro intenso che culmineranno questa sera con l’ultima amichevole in terra veneta contro il Vicenza. Tra i tanti temi del test c’è da seguire il ritorno in campo di Joaquin Correa.

Correa, un ritiro difficile e la voglia di concluderlo in bellezza

Il Tucu ha vissuto un ritiro problematico, ma ora è pronto a lanciarsi verso la nuova stagione. E’ arrivato una settimana dopo i suoi compagni ad Auronzo. Non c’era il 20 agosto al raduno a Formello perché trattenuto in Grecia un paio di giorni in più. Il test sierologico a cui si è posto a Roma al rientro dalle vacanze aveva presentato delle alterazioni, e per questo è rimasto nella Capitale, in attesa che tutto tornasse nella norma. Ora Correa vuole ripartire. Quest’oggi, contro il Vicenza, come ricorda La Repubblica, inizierà a mettere minuti sulle gambe e magari cercherà il primo gol stagionale. Lo scorso anno il Tucu era stato il capocannoniere del ritiro. Oggi sogna di tornare ai suoi livelli, magari riprendendo poi il campionato come aveva concluso lo scorso: due gol, un assist nelle ultime tre giornate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.