Restiamo in contatto

FACCIA A FACCIA

FACCIA A FACCIA Milinkovic vs Kessié: i giganti del centrocampo in cerca di riscatto

LAZIO MILAN FACCIA FACCIA MILINKOVIC KESSIE’ – Qualsiasi allenatore di calcio sostiene che il talento non sia sufficiente per essere determinante in campo. Tutti i giocatori…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO MILAN FACCIA FACCIA MILINKOVIC KESSIE’ – Qualsiasi allenatore di calcio sostiene che il talento non sia sufficiente per essere determinante in campo. Tutti i giocatori di ogni categoria vanno in difficoltà se mancano di concentrazione e motivazione. I tifosi della Lazio stanno avendo prova concreta di questo nelle prestazioni anonime di Luis Alberto e Milinkovic. Incontenibili lo scorso anno, da inizio stagione non riescono più ad essere incisivi. Domenica prossima, all’Olimpico, arriva il Milan. La squadra di Gattuso, falcidiata dagli infortuni, venderà comunque cara la pelle, in una sfida chiave per la lotta al quarto posto. L’unica certezza del centrocampo rossonero è rappresentata da Franck Kessié, calciatore che, come Sergej, non è di certo partito con la rincorsa.

UN ESORDIO DA RICORDARE  – Di un anno più giovane di Milinkovic, Franck Kessié è uno dei tanti giocatori esplosi nella Primavera dell’Atalanta. L’ivoriano classe 1995 ha un ricordo più che positivo della Lazio. Il suo esordio in Serie A è arrivato infatti contro i biancocelesti, il 21 agosto 2016. A Bergamo la squadra di Inzaghi si impose per 4 a 3 ma Kessié si fece conoscere al grande pubblico realizzando una doppietta in cinque minuti. Il primo gol fu un autentico capolavoro. Il centrocampista riuscì a sorprendere alle spalle proprio il Sergente e poi con un destro improvviso dal lato piccolo dell’area di rigore sorprese un incerto Marchetti. Quella partita fu il trampolino di una stagione da record. Le 31 presenze ed i 7 gol convinsero la dirigenza rossonera ad investire su di lui nell’estate 2017. Un prestito con obbligo di riscatto fissato a 28 milioni. Un investimento che ha sicuramente reso quanto aspettato. Franck si è preso il centrocampo del Milan e nella scorsa stagione ha totalizzato ben 54 presenze complessive, mettendo a segno 5 gol. Una presenza indispensabile, un giocatore forte fisicamente, cattivo nelle ripartenze e letale dalla distanza. In questa stagione ha iniziato a rilento ma è già riuscito ad andare a segno due volte. Mister Gattuso affiderà all’ivoriano le chiavi della mediana. La Lazio dovrà essere brava ad impegnare il giocatore in difesa per limitare le sue scorribande offensive.

IN CERCA DI VENDETTA – A chi l’arduo compito? Molto probabilmente toccherà a Sergej Milinkovic contrastare le iniziative di Kessié. Il serbo, rientrato in anticipo dalla Nazionale per un problema alla caviglia, è completamente recuperato e pronto a scendere in campo. Nonostante un periodo di forma negativo, Inzaghi non può fare a meno di lui. Il numero 21 è meno incisivo sotto porta rispetto allo scorso anno (appena un gol in 13 presenze) ma lì nel mezzo è un fattore imprescindibile. Punto di riferimento per i lanci lunghi, il serbo proverà a sfatare una tradizione non positiva contro il Milan. Mai a segno contro i rossoneri, la partita di domenica rappresenta un banco di prova da non fallire per il Sergente. Nell’ultimo big match del girone di andata, Milinkovic deve ritrovare se stesso e trascinare la Lazio al primo successo stagionale in uno scontro diretto. Per mister 150 milioni è il momento della verità. E segnare di fronte a chi lo ha fatto nei tuoi confronti nel recente passato, non potrà che essere una soddisfazione in più. La vendetta, si sa, è un piatto da servire freddo.

Marco Barbaliscia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati