lazionews-lazio-massimiliano-farris
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

FARRIS LAZIO SPEZIA – Finisce 2 a 1 la partita tra Lazio e Spezia. I biancocelesti ottengono un successo fondamentale per la corsa alla Champions League. Ai microfoni di Dazn e ai canali ufficiali del club è intervenuto Massimiliano Farris al posto di Simone Inzaghi.

Intervista Farris: sulla partita

“Sapevamo che mettono grande pressione per un’ora e poi si allungano. La squadra è stata brava ad assorbire la pressione e poi abbiamo avuto occasioni. La Serie A di oggi è equilibrata, lo Spezia gioca bene. Abbiamo vinto grazie alla nostra umiltà. Questa settimana di rientro delle nazionali abbiamo avuto i giocatori giovedì. Patric si è fermato, Marusic ha dato grande disponibilità. Sapevamo di dover alternare i giocatori a sinistra con Lulic e Fares che non stanno al meglio, volevamo fare di più sugli esterni. Voglio fare i complimenti a Verde per il gol che ha segnato. Negli ultimi minuti di gioco abbiamo messo in campo il nostro spirito, rispolverando antichi valori. I ragazzi che hanno giocato oggi hanno dato tutto: dall’abnegazione all’umiltà. Nel corso della gara sono emerse le nostre qualità, l’episodio del calcio di rigore ci ha premiati”.

Su Lulic e Pereira

“I titolari sono altri due però quando hai Lulic e Pereira ti aspetti che facciano la partita. Pereira si è mosso bene, non ha la stessa abitudine di Luis Alberto nel fare certi movimenti. Questo è anche dovuto al fatto che non gioca con continuità e che è stato ammonito. Nel corso del campionato i cartellini gialli sono pesanti. Inzaghi vuole che se il giocatore viene ammonito poi venga sostituito perché con le 5 sostituzioni non vale la pena rischiare”.

Su Luis Alberto

“Luis Alberto ha dimostrato attaccamento alla maglia. Ha subìto un intervento fortuito in allenamento e gli accertamenti clinici hanno evidenziato un piccolo stiramento alla caviglia, ma lui ha lavorato 24 ore su 24 con i medici e stamattina nell’ultimo provino ci ha detto che poteva stare in panchina e poi avendo disponibile un giocatore così, anche rischiando, non potevamo non metterlo. Infondo avevamo detto che sono 10 finali, oggi contava vincere”.

Sul prossimo impegno col Verona

“Il Verona ricorda l’Atalanta come tipo di gioco. La nota negativa della gara di oggi sono le due espulsioni rimediate da Lazzari e Correa: dopo Pasqua ci prepareremo ad affrontare una trasferta delicata come quella di Verona. I ragazzi sono stati bravissimi a non abbattersi dopo il gol dello Spezia: ci siamo andati a cercare l’episodio del gol del vantaggio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.