FINALE CHAMPIONS LEAGUE REAL MADRID LIVERPOOL – Entrambe le squadre scendono in campo motivate e decise a fare bene, come lo dimostra il possesso palla, che passa continuamente da una parte all’altra, nel corso del primo quarto d’ora. Buono il giro palla di entrambe le squadre, che continuano a fraseggiare in attesa di un varco. Il Real Madrid non può distrarsi nemmeno per un attimo perchè il Liverpool è sempre in agguato, anche se sulle ripartenze dei Reds i Blancos si dimostrano molto attenti.

PRIMO TEMPO – Durante i primi minuti i protagonisti del match sono entrambi i portieri, che giocando un pò alti riescono a chiudere in anticipo diverse azioni avversarie, sia da una parte che dall’altra.

Al 13′ azione insistente del liverpool, batti e ribatti in area, il pallone finisce per essere spazzato sulla destra, dove Alexander-Arnold è ben appostato, riceve e crossa pericolosamente in area, ma Navas con un ottimo intervento sventa la minaccia.

2 minuti più tardi, percussione di Ronaldo sulla destra, che entra in aria e spara un destro che finisce di poco sopra la traversa.

Al 22′ Firmino riceve in area un ottimo pallone proveniente dalla sinistra e calcia in porta trovando però la difesa sulla sua strada. Sul rimpallo si fionda Alexander-Arnold che stoppa bene e tira verso il palo sinistro, Navas però è molto attento e riesce a neutralizzare il tentativo dell’inglese.

Al minuto 25, attimi di tensione per Momo Salah che, dopo uno scontro di gioco con Sergio Ramos, finisce a terra sbattendo testa e spalla. Sembra essere nulla di grave e l’egiziano rientra subito in campo. 4 minuti più tardi però il giocatore riscontra ancora dolore alla spalla e in lacrime è costretto ad abbandonare il campo. Al suo posto subentra Adam Lallana. Dura quindi poco meno di mezz’ora la partita di Salah, che purtroppo non riesce a lasciare il segno (come è stato solito fare sempre quest’anno) nella partita più importante della stagione.

Al 32′ batti e ribatti nell’area del Liverpool, con la difesa che riesce a spazzare in fallo laterale.

Al 35‘ finisce a terra anche Daniel Carvajal, lo staff medico interviene, ma lo spagnolo non è in grado di continuare il match e quindi Zidane manda in campo Nacho al suo posto. Nella seconda metà del primo tempo è il Real Madrid a mantenere il vantaggio sul possesso palla, anche se sono curiosamente i Reds ad aver effettuato il maggior numero di tiri.

É il minuto 42, cross da destra diretto al centro dell’area dove Ronaldo supera il difensore, svetta di testa e colpisce il pallone verso la porta, Karius è molto reattivo e risponde con un ottimo intervento. Il portiere tedesco respinge però la palla verso il centro, dove sembra essere ben appostato Benzema, che di prima ribatte in porta. Goal? purtroppo no, perchè il guardalinee è molto attento e segnala giustamente la posizione irregolare del francese.

44′, cross di Benzema dalla sinistra a pescare Nacho, che sbuca dalla destra e quasi in scivolata riesce a calciare in porta, ma il pallone termina di poco al lato del palo alla sinistra del portiere.

L’ultimo tentativo della prima metà di gara è un tiro da fuori di Benzema che termina largo oltre il palo. Sul finire del primo tempo, scontro pericoloso tra Firmino e Casemiro. Entrambi i giocatori finiscono a terra ma per fortuna niente di grave per nessuno dei due.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo inizia con il Real che sembra essere più motivato rispetto agli avversari. Dopo 3 minuti dal fischio della ripresa, Isco si fionda velocemente su un pallone e scaglia verso la porta colpendo la traversa.

Al 51′ Kross prova a pescare Benzema tutto solo in attacco, il francese non riesce ad arrivare in tempo e viene anticipato da Karius che agguanta il pallone. Mentre si accinge però a rilanciare, il portiere colpisce goffamente con la palla l’attaccante dei Blancos, che deposita facilmente in rete. 1-0 per il Real Madrid quindi, grazie ad un errore imperdonabile dell’estremo difensore dei Reds.

55′ calcio d’angolo per il Liverpool. Dalla bandierina va Milner che mette in mezzo il pallone, stacco di testa di Lovren che prolunga verso la porta dove sbuca Manè che, in spaccata, devia la sfera e la spedisce in rete alle spalle di Navas, per il goal del pareggio: 1-1!

Minuto 60, Isco ben appostato in area riceve un ottimo pallone dalla destra, stoppa molto bene e calcia in porta, ma Karius risponde con un ottimo intervento, deviando in calcio d’angolo. Al minuto seguente, secondo cambio tra le file del Real Madrid, esce quindi Isco ed al suo posto Zidane gioca la carta Bale. Il cambio dell’allenatore francese si rivela vincente perchè proprio Bale, 3 minuti più tardi, al 64′ riceve un ottimo pallone da Marcelo e senza pensarci due volte effettua una sforbiciata pazzesca! 2-1 per i Blancos quindi e tanto di cappello per il gallese!

Il Liverpool non ci sta però, non vuole mollare e lo dimostrano le 2 occasioni da goal che si ritaglia tra il minuto 68 e 71. Prima Henderson effettua un ottimo lancio verso Manè, che scatta velocissimo ma viene anticipato da un intervento acrobatico di Sergio Ramos, che riesce a mettere in calcio d’angolo. Poi ancora il senegalese, si smarca al limite dell’area, riceve palla e fa partire un bel tiro che colpisce in pieno il palo sinistro.

3 minuti più tardi ancora un occasione per il Real Madrid, con Ronaldo che scatta in area ricevendo un ottimo filtrante, calcia in porta ma la difesa riesce a neutralizzare.

All’81′ Benzema riceve un pallone dalla destra e calcia in drop molto forte colpendo il palo sinistro. Un minuto dopo, Manè entra duramente su Sergio Ramos e riceve il primo cartellino giallo del match. Contemporanemente avviene il secondo cambio per il Liverpool, con Can che prende il posto di Milner.

Al minuto 83 il protagonista del match è ancora Bale, che rientra sul sinistro e calcia da molto lontano verso il centro della porta. Karius non è assolutamente impeccabile su questa palla teoricamente facile e commette quindi il suo secondo clamoroso errore, regalando ancora un goal ai Blancos3-1!

Gli ultimi minuti sono poveri di emozioni, il Liverpool piano piano va spegnendosi e il Real Madrid colleziona una serie di calci d’angolo. All’89′ terzo ed ultimo cambio per il Real Madrid, Benzema viene rimpiazzato da Asensio.

3 sono i minuti di recupero concessi dall’arbitro, ma non accade praticamente più nulla, ad eccezione di un curioso episodio: al 93′ Ronaldo entra in aria, controlla il pallone, sembra voler tentare una conclusione ma proprio accanto a lui sbuca un tifoso che fa invasione di campo, tempestivamente placcato però dalla sicurezza. L’arbitro fischia quindi la fine della partita.

FINALE – Il Real Madrid batte quindi per 3-1 il Liverpool e si laurea per la 13a volta Campione d’Europa, aggiudicandosi la 3a Champions League consecutiva.

A.D.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.