lazionews-lazio-fiore-stefano
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

FIORE LAZIO – Ai microfoni di okcalciomercato.com ha parlato Stefano Fiore. L’ex Lazio ha ripercorso la sua esperienza in biancoceleste e gli step dell’amicizia che lo lega a Simone Inzaghi. L’esterno, poi, non ha lesinato frecciatine alla gestione del mercato che, a suo dire, non copre totalmente le necessità della Lazio. Le sue parole.

Il rapporto con Inzaghi

“A Simone mi legano tantissimi episodi. Abbiamo fatto tre anni insieme alla Lazio, in cui dopo un inizio altalenante abbiamo chiuso in crescendo fino ad arrivare agli anni con Mancini allenatore, con il quale abbiamo vinto la Coppa Italia in finale contro la Juventus nel 2004. Io e Simone abitiamo a qualche isolato di distanza, è sempre rimasto il ‘guascone’ di un tempo, il solito simpaticone e ragazzo splendido. Alla Lazio ha trovato l’ambiente ideale, è riuscito a creare quell’empatia giusta che è anche la sua forza”

Il mercato

“Lo scorso anno Simone aveva creato qualcosa di unico e di fantastico, la squadra era lanciata verso la vittoria del campionato. Dopo il lockdown è stata una Lazio diversa, che si è scoperta corta a livello d’organico, probabilmente come quest’anno. Penso che la Lazio avrebbe bisogno di una ventata di novità, di qualche giocatore in più per ambire alla stagione dell’anno scorso. Il passaggio del turno in Champions ha tolto sicuramente energie e risorse agli uomini di Inzaghi, inoltre è divenuta una squadra abbastanza riconoscibile e per questo le avversarie trovano facilmente delle contromisure. Con il mercato vedremo se riuscirà a prendere qualcosa di diverso, delle alternative ai soliti noti, Immobile su tutti, al quale non si può attribuire tutto il peso dell’attacco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.