lazionews-benevento-glik-lapadula
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

AVVERSARIA BENEVENTO – Le fatiche fisiche e mentali servite alla Lazio per qualificarsi agli ottavi di finale di Champions League si sono fatte sentire. La squadra capitolina, infatti, è uscita sconfitta dal match contro l’Hellas Verona per 2 a 1. Un risultato che deve essere messo da parte il prima possibile, anche perché martedì 15 dicembre alle 20:45 c’è un’altra sfida da giocare. I biancocelesti sono attesi al Vigorito nella dodicesima giornata di Serie A. Ad attenderli il Benevento di Filippo Inzaghi, fratello di Simone, che vuole rifarsi dopo la partita persa contro il Sassuolo. L’incontro in famiglia si preannuncia molto interessante visto il bel gioco che esprimono le due squadre.

Filippo Inzaghi e il suo calcio aggressivo e compatto

Il Benevento è tornato nella maggiore competizione italiana dominando e vincendo il campionato di Serie B. La chiave del suo successo può essere riconducibile al suo allenatore, Filippo Inzaghi. Il tecnico piacentino, sebbene i pochi anni di carriera, ha girato molte squadre, tra cui il Milan e il Bologna, senza però ottenere buoni risultati. Queste esperienze lo hanno fatto crescere, portandolo a migliorare la sua idea di calcio. Una volta approdato al Benevento è riuscito ad esprimersi ad ottimi livelli, trovando nel club giallorosso l’ambiente ideale dove poter sviluppare il suo gioco. Il modulo base da cui spesso parte è il 4-3-2-1, che può variare in un 4-4-2 o 4-3-3 a seconda degli interpreti e di come vuole impostare la partita. Le caratteristiche che però non mancano mai sono l’aggressività e la compattezza in fase difensiva e il giro palla e la costruzione dell’azione da dietro quando si entra in possesso della sfera. La capacità di adattarsi ad ogni tipo di avversario è sicuramente un punto di forza per una squadra che ha come obiettivo la salvezza.

Benevento, una squadra attrezzata per la Serie A

Le intenzioni di ogni squadra che sale in Serie A sono quelle di rimanerci il più a lungo possibile. Questa è la volontà anche del Benevento che, durante il mercato estivo, ha costruito una rosa attrezzata per giocarsi le sue carte nella massima competizione italiana. Il club giallorosso, infatti, si è rinforzato in tutti i reparti: in difesa si è assicurato un giocatore come Kamil Glik. L’ex centrale del Torino ha portato molta esperienza ed è un uomo imprescindibile per la formazione sannita. In mezzo al campo è arrivato Ionita, un centrocampista “tuttofare” che ha disputato buone stagioni in Serie A nel Cagliari e nel Verona. In avanti, invece, sono stati acquistati Caprari e Lapadula. I due attaccanti hanno entrambi collezionato 3 gol e 2 assist in campionato e saranno elementi fondamentali per raggiungere l’obiettivo salvezza. Un traguardo che Filippo Inzaghi vorrebbe raggiungere il prima possibile, iniziando col battere il fratello Simone nella partita del 15 dicembre.

Emanuele Castellucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.