lazionews-lazio-romelu-lukaku-inter-avversaria
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

FOCUS AVVERSARIA INTER – Il campionato della Lazio si è subito aperto con la sfida all’Atalanta, rivale nella scorsa stagione, e con quella all’Inter in programma per domani pomeriggio. La squadra di Antonio Conte dopo due giornate veleggia in cima alla classifica a punteggio pieno e, come se non bastasse, ha una media realizzativa impressionante. In poco più di 180 minuti, i nerazzurri hanno trovato la via del gol per ben 9 volte. La coppia Lautaro Martinez-Romelu Lukaku è sicuramente una delle più prolifiche in Serie A considerando che, dati alla mano, i due sono andati in rete già 5 volte. Il centravanti belga guida la classifica marcatori insieme a Cristiano Ronaldo e al Papu Gomez.

Focus avversaria: Inter squadra totale

L’impronta di Antonio Conte si era già vista la scorsa stagione, quando l’Inter è andata a un soffio dallo strappare lo Scudetto alla Juventus. Le squadre del tecnico pugliese sono conosciute per la foga agonistica e la resistenza fisica durante l’arco di tutti i 90 minuti. Alle doti atletiche, poi, uniscono una grande tecnica di base che favorisce il fraseggio corto e la palla filtrante a cercare gli inserimenti degli esterni e dei centrocampisti. L’arrivo di Vidal ad Appiano Gentile consente a Conte di spingere molto sulle fasce laterali, consapevole che le eventuali ripartenze avversarie sarebbero comunque ostacolate dall’intelligenza tattica e dalla fisicità del mediano cileno. Contro la Lazio il centrocampo sarà composto anche da Perisic, Hakimi, Barella e Gagliardini.

Come arginare Lukaku

Simone Inzaghi per la sfida di domani avrà un bel grattacapo da risolvere. L’Inter infatti affida gran parte della sua manovra offensiva a Romelu Lukaku, giocatore dal fisico mastodontico. La linea difensiva biancoceleste è perlopiù composta da uomini rapidi e leggeri, eccezion fatta per Francesco Acerbi. Il numero 33 della Lazio sarà costretto a ingaggiare numerosi duelli aerei con il gigante belga, ma soprattutto dovrà limitare la sua efficacia fronte ai pali difesi da Strakosha. Il centravanti di Conte ha chiuso la scorsa stagione a quota 23 gol, molti dei quali segnati quando le difese avversarie gli consentivano di non giocare spalle alla porta. Per Acerbi dunque si prospetta un match nel quale dovrà ricorrere a tutta la concentrazione possibile per arginare il numero 9 dell’Inter.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.