CALCIOMERCATO

FOCUS Milan-Lazio, Pioli sfida Sarri: pragmatismo ed estetica si incontrano a San Siro

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti

NUMERI E CURIOSITA’ MILAN LAZIO – Passato e presente si sfidano a San Siro: Stefano Pioli accoglierà Maurzio Sarri per dar vita alla gara tra Milan e Lazio. L’attuale tecnico rossonero ha guidato i biancocelesti per quasi due stagioni (2014-2016), prima di essere esonerato a 7 giornate dal termine del campionato. Al suo posto subentrò Simone Inzaghi, che ora i laziali vogliono dimenticare il più in fretta possibile per far spazio nei propri cuori al Comandante.

Stefano Pioli, il passato della storia biancoceleste

Stefano Pioli è stato l’allenatore della Lazio dal 2014 al 2016. Dopo una stagione entusiasmante, che ha visto la Lazio conquistare il terzo posto trionfando a Napoli per 2-4, l’ex allenatore biancoceleste non è riuscito a ripetersi. Infatti, nella stagione 2015-2016, dopo 31 partite aveva racimolato appena 11 vittorie, 9 pareggi e 11 sconfitte. Terminata questa esperienza negativa, il tecnico di Parma non è riuscito a convincere neanche sulle panchine di Inter e Fiorentina. È stato solamente il suo arrivo al Milan che lo ha riportato alla conquista di obiettivi importanti, come l’approdo alla Champions League ottenuto nella scorsa stagione. Contro i capitolini, però, i numeri di Pioli non sono entusiasmanti: infatti sono solamente 2 le vittorie, ottenute entrambe sulla panchina rossonera, 4 i pareggi e 7 le sconfitte.

Pioli vs Sarri: il pragmatismo sfida l’estetica

Due allenatori e due filosofie di gioco diverse. Da una parte c’è Maurizio Sarri, che inculca nella testa dei giocatori un gioco basato su estetica, triangolazioni e giocate di prima intenzione. Uno stile di gioco molto offensivo, frutto di un grande sacrificio da parte degli attaccanti chiamati spesso a ricoprire anche la fase difensiva. Dall’altra parte, invece, si trova il pragmatismo di Stefano Pioli che predilige un gioco difensivo, fatto di grande attenzione nella retroguardia e ripartenze veloci dalla metà campo in avanti. Insomma, a San Siro è atteso un vero e proprio scontro tra due proposte di calcio molto differenti ma entrambe efficaci.

Giorgia Civita

LEGGI ANCHE —> FOCUS | Milan gruppo unito, coeso e di qualità

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI