Restiamo in contatto

APPROFONDIMENTI

FOCUS Müller vs Luis Alberto: la sfida tra assist e gol

Pubblicato

il

lazionews-lazio-luis-alberto-muller
Tempo di lettura: 2 minuti

FACCIA A FACCIA MULLER LUIS ALBERTO – Bayern Monaco e Lazio sono pronte a sfidarsi per la gara di ritorno di Champions League. I bavaresi, che hanno già vinto per 1-4 la partita d’andata, hanno recuperato diverse pedine da poter schierare. Tra queste c’è anche Thomas Müller, assente lo scorso 23 febbraio, che è pronto a sfidare Luis Alberto. I due interpretano in modo differente la fase offensiva, riuscendo a dare il meglio anche davanti la porta nonostante siano gli assist il loro punto di forza.

Müller, assist e gol per la squadra del cuore

Bastano poche parole per descrivere la grandezza di un giocatore come Thomas Müller: un esempio nella storia del calcio. Uno degli ultimi calciatori tifosi, che ha sposato a vita il progetto della squadra del cuore. Con il club bavarese conta 569 presenze e 212 reti. Di assist in carriera ne ha sfornati davvero tanti, definendosi lui stesso un uomo “responsabile per tutta la squadra”. In questa stagione è a quota 16 (13 in campionato e 3 in Champions League), mentre in quella passata è stato il miglior assistman della Bundesliga con 21. È proprio negli ultimi anni, subito dopo la partenza di Guardiola (stagione 2015/2016), che il gioco del tedesco è cambiato radicalmente. In quell’anno, infatti, sono state 32 le marcature. Ora, invece, il numero 25 si dedica principalmente al ruolo di rifinitore. Con ogni probabilità, il centrocampista della nazionale tedesca prenderà parte alla sfida contro la Lazio per cercare di migliorare il suo bottino.

Luis Alberto, da assistman a goleador

La classe di Luis Alberto è fondamentale per l’economia della Lazio. La squadra di Simone Inzaghi, infatti, dipende molto dai lampi di genio del centrocampista spagnolo. Il numero 10, che l’anno scorso si è laureato miglior assistman della Serie A con ben 15 passaggi vincenti, è fermo a quota zero in questa stagione. Il mago in compenso sta vestendo i panni del bomber, trovandosi già a quota 8 gol in stagione: a quattro distanze dalla più prolifica in maglia biancoceleste, che risale al 2017/2018, quando il classe ’92 ha totalizzato 12 reti. Anche contro il Crotone, nell’ultima giornata di campionato, il giocatore laziale ha trovato la rete e spera di ripetersi anche in Champions League, dove è ancora fermo a 0. Per lui, però, sarebbe il momento anche di ritrovare la via degli assist per far volare ancora più in alto la Lazio.

Giorgia Civita
Pubblicato il 15/03/2021

Clicca per commentare