Lazio-Lazionews-Claudio-Ranieri-Avversaria-Sampdoria
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

AVVERSARIA FOCUS SAMPDORIA – Archiviata la sosta per le nazionali, la Lazio è pronta per tornare in campo in Serie A dopo l’1-1 contro l’Inter e la sconfitta per 4-1 con l’Atalanta. I biancocelesti scenderanno in campo nell’anticipo del sabato alle 18:00 per affrontare la Sampdoria al Marassi, prima di tornare all’Olimpico martedì sera nel ritorno in Champions dopo 13 anni contro il Dortmund. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio la squadra allenata da Ranieri, prossimo avversario della formazione di Inzaghi.

Focus Sampdoria, un anno di Ranieri

Il 12 ottobre in casa Sampdoria si è “festeggiato” un anno esatto dall’arrivo sulla panchina di Claudio Ranieri. Da quel giorno (anche allora il campionato era fermo per la sosta nazionali), l’ex Leicester è riuscito a riportare serenità ed entusiasmo in un ambiente che sembrava scoraggiato. I blucerchiati infatti, durante la parentesi Di Francesco non navigavano in zone tranquille. Con il tecnico romano invece i liguri hanno cambiato completamente ruolino di marcia, raggiungendo una salvezza tranquilla. Dal suo arrivo, l’ex allenatore della Roma ha ottenuto una media punti di 1,23 punti a partita. Il mister 68enne gode della fiducia della società e dell’ambiente. Il risultato raggiunto nello scorso torneo ha fatto scattare il rinnovo automatico fino al 2021. Ora in casa Samp si attende per un possibile ulteriore prolungamento, ma ad oggi non sono previsti incontri in programma.

I due ex: Keita e Candreva

Il calciomercato della Sampdoria si è concluso con diversi acquisti di “spessore”. I blucerchiati hanno infatti ingaggiato giocatori come Adrien Silva, Candreva e Keita. Quest’ultimi due hanno vestito insieme la maglia della Lazio (e dell’Inter). Con il club biancoceleste, l’esterno romano ha collezionato 192 presenze e 45 reti. L’ex Barcellona invece ha indossato la casacca capitolina in 137 occasioni siglando 31 gol. Entrambi hanno vinto la storica Coppa Italia contro la Roma del 26 maggio 2013. Mentre il secondo è stato allenato da Simone Inzaghi anche nella stagione 2016/17 mettendo a segno ben 16 marcature, il primo ha avuto il piacentino come mister solo nello spezzone della stagione 2015/16.

Paolo Miani

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.