lazionews-haaland-sancho-borussia-champions-sorteggio.
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

SORTEGGIO CHAMPIONS LAZIO – L’urna di Ginevra ha deciso. Nella prossima Champions League la Lazio farà parte del girone F insieme a Brugge, Borussia Dortmund e Zenit. I biancocelesti proveranno ad approdare agli ottavi di finale, ma per farlo dovranno vedersela con squadre sicuramente più esperte sui campi internazionali. Tra le 3 avversarie, la più insidiosa è senza dubbio il Borussia Dortmund di Lucien Favre. Il tecnico svizzero può contare su una rosa completa in ogni reparto, ma soprattutto può sfruttare il talento immenso di Erling Haaland e Jadon Sancho. Il brasiliano, però, non sembra contento di restare a giocare tra le mura amiche del Westfalenstadion. Infatti le ultime voci di calciomercato lo vorrebbero sempre più vicino al Manchester United che per assicurarsi le sue prestazioni sarebbe pronto a sborsare 100 milioni di euro nelle casse del club tedesco. In alternativa ai Red Devils ci sarebbe la Juventus, ma una trattativa lampo di quelle dimensioni è altamente improbabile. Nella sfida al Borussia, il grande ex sarà Ciro Immobile che ritroverà la squadra nella quale ha militato per una sola stagione. La Scarpa D’Oro in Germania ha disputato 34 partite realizzando 10 gol e 3 assist.

Sorteggio Champions: pericolo Haaland

Discorso diverso, invece, per Haaland. Il norvegese nella scorsa stagione ha realizzato 44 gol in 40 partite disputate tra Salisburgo e Borussia Dortmund e questo lo rende il pericolo numero uno per la retroguardia biancoceleste. Giocatore estremamente fisico, ma anche dotato di una buona tecnica e di una falcata lunga. Insomma, la classica spina nel fianco di ogni difesa. Del sorteggio Champions della Lazio, il centravanti nato a Leeds è sicuramente l’elemento più pericoloso sul quale Simone Inzaghi dovrà costruire una marcatura ad hoc per limitarne il raggio d’azione.

Sorteggio Champions: il talento di Sancho

Tra le fila del Borussia Dortmund bisogna tener conto anche di Jadon Sancho. Il fantasista brasiliano sembra sempre più lontano dalla Germania, ma dovesse restare la Lazio dovrà fare i conti anche con lui. Calciatore che dispone di una tecnica sopraffina, che ricorda quella di altri suoi connazionali come Denilson, ma dotato anche di una concretezza anomala per un talento cristallino come il suo. Nella scorsa stagione Sancho ha messo insieme numeri da fantascienza: 20 reti e 20 assist per i compagni, per cui Simone Inzaghi per ingabbiarlo dovrà farlo quasi pedinare da Lucas Leiva e Milinkovic.

Le difficoltà stagionali del BVB

In questa stagione i tedeschi sono partiti a rilento: una vittoria e una sconfitta in Bundesliga che si va ad aggiungere alla Caporetto in Supercoppa di Germania contro il Bayern Monaco. Gli unici precedenti tra Lazio e BVB risalgono alla stagione 1994/’95 in Coppa Uefa. Il bilancio è in perfetta parità. una vittoria per parte, anche se in quell’occasione il turno lo superarono i tedeschi. Questo sorteggio Champions tutto sommato è abbordabile per la squadra di Inzaghi che ha tutte le carte in regola per non sfigurare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.