lazionews-giannichedda-giuliano
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

GIANNICHEDDA LAZIO – La Lazio, dopo il lockdown, non è più la stessa. Nella prima parte di stagione, la squadra aveva dimostrato di poter competere con la Juventus fino alla fine, poi qualcosa si è rotto. Giuliano Giannichedda, ex giocatore biancoceleste, ha parlato ai microfoni di Radio Incontro Olympia. L’ex centrocampista, si è espresso proprio sulla situazione che stanno vivendo i ragazzi di Simone Inzaghi. Ecco le sue parole.

Giannichedda sulla stagione post Covid della Lazio

“Prima dell’emergenza Covid, la Lazio aveva entusiasmo, tutti i giocatori stavano bene fisicamente. Non avere il favore del pronostico e responsabilità di vincere lo scudetto sono stati uno stimolo importante. La sconfitta nella ripresa a Bergamo è stata decisiva. Vincere lì, nonostante mille difficoltà, avrebbe fatto mantenere le motivazioni ai calciatori, i quali vedendo scappare la Juve in classifica, hanno un po’ mollato mentalmente. Gli infortuni e le assenze poi hanno fatto il resto. Inzaghi non può vantare una rosa lunga, e giocare ogni tre giorni metterebbe chiunque in difficoltà. L’importante ora però è blindare la Champions, concludendo un campionato comunque molto positivo”.

Giannichedda su Udinese-Lazio

“Stasera sarà importante non concedere spazio all’Udinese, una squadra fisica che giocherà molto probabilmente in contropiede, diversamente dall’andata. Lasagna sta vivendo un ottimo momento, è in forma e ha gamba e qualità per fare male ai biancocelesti in contropiede. La Lazio dovrà gestire i ritmi e i momenti, cercando di chiudere la partita prima e non rischiare nel finale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.