GIANNICHEDDA
GIANNICHEDDA
Tempo di lettura: < 1 minuto

GIANNICHEDDA LAZIO – Sono 107 le presenze di Giuliano Giannichedda con la Lazio, maglia che ha vestito dal 2001 al 2005. L’ex centrocampista, intervenuto ai microfoni di Tmw Radio per commentare le dichiarazioni di Lotito, si è espresso sulle buone chance della squadra di Inzaghi di qualificarsi alla prossima Champions League.

Corsa al quarto posto

“La Lazio quest’anno deve fare il salto di qualità. Ha tenuto Milinkovic e Luis Alberto, rinnovato diversi contratti a giocatori importanti. Il Milan in queste condizioni non sembra un pericolo. L’Atalanta è forte ma non come la Lazio a livello di rosa, poi hanno anche la Champions che ti toglie tantissime energie. I biancocelesti sono favoriti per ottenere questo piazzamento ed è giusto che il presidente pretenda il quarto posto. Se lo deve giocare con la Roma fino all’ultima giornata almeno”.

Lazio Atalanta

Sulla sfida di sabato prossimo all’Olimpico si è invece espresso così: “Con l’Atalanta è la partita di cartello di giornata. Perdere in casa con l’Atalanta sarebbe un fallimento. Loro giocano senza Zapata, questa è un’assenza pesantissima. Sarà una sfida importante, ma lo è più per la Lazio che per la Dea“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.