Tempo di lettura: 3 minuti



GLI ALTRI LAZIALI – La Lazio è un sogno per molti, soprattutto per i più giovani. La società biancoceleste, vincolata dalle nuove limitazioni FIGC per le rose delle squadre italiane, ha dovuto fare delle scelte sul mercato. Molti giocatori sono stati ceduti, mentre altri sono stati mandati in prestito. La redazione di Lazionews.eu vi terrà costantemente aggiornati sul rendimento di quei calciatori che, ancora di proprietà della Lazio, stanno cercando fortuna altrove.

PORTIERI:

Marius Adamonis (1997) – Nuova vittoria per la Salernitana, che vince in casa contro l’Empoli. Ancora una volta, Adamonis siede in panchina.

Luca Borrelli (1998) – L’Union Feltre vince meritatamente ma non senza difficoltà contro l’Abano Calcio grazie a una doppietta di Rizzo, entrato in campo nel corso della ripresa. Luca Borrelli si conferma bravo sull’1-0 a parare un calcio di rigore di Carteri e poi a respingere un pericoloso colpo di testa.

DIFENSORI:

Luca Germoni (1997) –  Il Parma vince in casa 2-0 contro l’Avellino e vola al secondo posto in classifica. Germoni entra al 28′ del secondo tempo, riesce comunque a trattenere e respingere i tentativi finali della squadra campana. Fa il suo, e lo fa bene.

Lorenzo Filippini (1995) – Piacenza-Pisa termina 0-0, i nerazzurri tornano a casa con un punto che consente però di allungare la serie positiva (decimo risultato utile consecutivo) e di confermarsi come una tra le migliori difese. Filippini, instancabile, corre senza mostrare mai segni di affanno, proponendo anche un paio di buoni cross nel secondo tempo.

Danilo Cataldi (1994) – Undici giornate di campionato, zero punti in classifica. Questo è il disastroso scenario del Benevento, che cade sotto i colpi di una Lazio troppo più grande: finisce 1-5 al Vigorito. Cataldi si conferma però uno tra i miglior giallorossi in campo, rendendosi pericoloso in un paio di occasioni. Si divora una palla che avrebbe potuto accorciare le distanze.

Joseph Minala (1996) – La Salernitana vince in rimonta 2-1 sulla capolista Empoli, e vola nelle parti alte della classifica. Minala si conferma un guerriero, capace di infilarsi ovunque e recuperare palloni invisibili. É suo il centrocampo granata, che dirige e gestisce al meglio.

Ravel Morrison (1993) –  Queretaro-Atlas finisce 2-2, risultato poco utile ad entrambe per le rispettive aspirazioni. Ancora in gol Ravel Morrison, che porta in vantaggio i suoi al 3′ del primo tempo. L’inglese sfiora addirittura la doppietta, evitata da Volpi che con un lancio alto ha mandato in angolo la pericolosa palla gol. Il classe ’93 sembra aver trovato, in Messico, continuità ed equilibrio. “Un solido gruppo ha condotto una meravigliosa performance, sono orgoglioso di far parte di questa grande famiglia“, scrive su Instagram.
ATTACCANTI:

Ricardo Kishna (1995) – Infortunato;

Cristiano Lombardi (1995) – Il Benevento perde l’undicesima partita consecutiva, rimanendo a quota zero in campionato. Nulla può la squadra giallorossa contro una Lazio troppo più forte. La squadra di De Zerbi si sveglia solo nella prima metà del secondo tempo, prima di cadere sotto i colpi biancocelesti 1-5. Lombardi sforna qualche bel pallone, ma non concretizza mai. Almeno, però, ci prova.

Francesco Orlando (1995) – Infortunato;

Daniel Bezziccheri (1998) –  La Reggina vince sul Catania 2-1 e conquista tre punti d’oro. Gara al cardiopalma per gli amaranto, che siglano il successo allo scadere dei 90′, mandando in delirio i quasi tremila spettatori sugli spalti. Bezziccheri rimane in panchina.

Alessandro Rossi (1997) – Vittoria in rimonta per la Salernitana, che batte in casa la capolista Empoli. L’ottima prestazione della scorsa settimana deve aver convinto Bollini a schierare Rossi dal 1′: anche in quest’occasione il gol non arriva, ma è solo questione di tempo. L’attaccante corre, pressa, arriva su ogni pallone e non si ferma mai. In costante crescita.

Alessandra Marcelli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.