lazionews-lazio-grigioni-adalberto
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

GRIGIONI LAZIO – Si dice che l’importante è il viaggio e non la destinazione. E’ proprio così che Adalberto Grigioni, preparatore dei portieri della Lazio, ha vissuto la sua carriera lavorativa. Ha sempre trovato la bellezza nella ricerca del successo nella sua professione e non nella necessità di trovare subito un impiego definitivo. Oggi sono ben 15 anni che è riuscito ad ottenerlo e si chiama Lazio. Ecco le sue parole rilasciate alla rivista ufficiale del club.

Grigioni sul percorso che lo ha portato alla Lazio

“Volevo avere successo nel mio lavoro, non in termini di visibilità. Volevo essere consapevole che, se fosse passato il treno giusto, sarei stato in grado di prenderlo”.

L’esperienza alla Lazio

“Arrivai alla Lazio nella stagione 2005/06. Partimmo prestissimo per il ritiro perché c’era la Coppa Intertoto. Sapevo che avrei trovato portieri di valore, ero pronto ad affrontare quest’esperienza sul piano professionale. Da quando sono arrivato mi hanno aiutato tutti, perché da tutti sono riuscito a prendere qualcosa. Una volta mi dissero che ero un attentissimo osservatore, un complimento di cui sono orgoglioso: parlo poco, ma osservo tutti e prendo spunto affinché possa essermi di aiuto in futuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.