CALCIOMERCATO

Il caso Lazio-Torino: gli scenari futuri tra ricorsi e recuperi sul campo

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO TORINO SERIE A – Nella frenetica corsa al possibile svolgimento dell’incontro in programma oggi tra Lazio e Torino, match valido per la 25esima giornata di campionato, una cosa è ormai certa: il match non si disputerà nella giornata odierna. A nulla è valso il tentativo di mediazione da parte della Lega, nonché il giro di tamponi effettuato dalla squadra granata. Secondo la ASL Torino1 non ci sono le condizioni per anticipare la fine dell’isolamento disposto nei confronti del gruppo squadra granata. Avendo rilevato la presenza della variante inglese del virus – creando così un caso finora non disciplinato dal Protocollo – l’istituzione sanitaria ha impedito al Torino la partenza per Roma. Ma cosa accadrà adesso? Quali sono i possibili scenari futuri?

Serie A, Lazio-Torino: cosa accadrà?

Al momento la Lega Calcio, pur essendo consapevole del “pericoloso” precedente rappresentato da Juventus-Napoli, non ha disposto il rinvio del match. Scontata la provvisoria assegnazione di tre punti alla Lazio con la formula della vittoria a tavolino, ed il conseguente punto di penalizzazione per il Toro. La società granata a questo punto seguirà lo stesso iter messo in atto dal Napoli per il caso della mancata partenza per Torino per il match con la Juve del 4 ottobre. Ci sarà un primo ricorso che la Corte Federale potrebbe ancora bocciare. Poi entrerà in scena il Collegio di Garanzia del CONI, che con ogni probabilità darà ragione ai granata disponendo che la partita debba essere rigiocata. Si ipotizzano già delle date utili per la disputa del match. Se, con ogni probabilità, la Lazio uscirà dalla Champions, l’incontro potrebbe svolgrsi il 7 aprile. Sempre che per quella data, anzi prima, le istituzioni sportive abbiano già emesso la loro sentenza.

La strada altermativa della Lega

C’è in ballo un’altra ipotesi pero’, a dire il vero quasi impossibile ormai, che rappresenterebbe un esercizio di buon senso da parte della Lega Calcio: disporre in data odierna il rinvio del match direttamente ad aprile evitando delle lungaggini burocratiche il cui esito, tra l’altro, appare abbastanza scontato. Se la Lega decidesse ufficialmente di rinviare il match, non si passerebbe nemmeno per una vittoria a tavolino che poi verrebbe comunque cancellata dal CONI.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI