Restiamo in contatto

NOTIZIE

IL CORRIERE DELLO SPORT. Amichevole contro il Cluj. Badea: “Contro la Lazio una grande sfida”

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport. Oggi alle 18 la squadra di Reja affronterà i romeni…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

IL CORRIERE DELLO SPORT. Amichevole contro il Cluj. Badea: “Contro la Lazio una grande sfida”

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport. Oggi alle 18 la squadra di Reja affronterà i romeni…

ROMA – Ha 35 anni, è un ex centrocampista, in campo ragionava già da allenatore. Con la Dinamo Bucarest ha vinto uno scudetto e tre Coppe, ha visto crescere Stefan Radu, allena da cinque anni, smise con l’Arges e si acco­modò in panchina, strappò subito una pro­mozione in A. Ha le stimmate del tecnico e vuole farsi largo. Ionut Badea e la sua Gran­de Sfida, in verità è doppia: oggi a Fiuggi af­fronterà la Lazio con l’Universitatea Cluj, so­cietà “cugina” di quel Cluj che un po’ di tem­po fa ha battuto la Roma all’Olimpico (il der­by romeno è molto sentito). Badea è in sella da dieci mesi, ha preso la squadra l’anno scorso, era appena salita in serie A, rischia­va il tracollo, lui l’ha risollevata. […]

Badea, benvenuto in Italia, è pronto per sfidare Reja?

«Per noi la partita con la Lazio è molto im­portante dal punto di vista dell’immagine, siamo felici di affrontare i biancocelesti. […]

Due vittorie su due, difesa imbattuta, il vo­stro campionato è iniziato così e nell’ultimo turno avete vinto contro il Rapid Bucarest dell’ex cittì della Romania, Razvan Lucescu.

«Siamo in testa con altre tre squadre, pun­tiamo ai primi cinque posti e vorremmo ar­rivare alla finale della Coppa di Romania. Il nostro club ha una grande storia, ma è torna­to in serie A da un solo anno, vogliamo cre­scere ».

Oggi rivedrà Radu.

«Lo conosco bene, si affacciava in prima squadra, è forte, sono certo che quest’anno farà ancora meglio, è cresciuto pure come mentalità».

A chi si ispira Badea?

«Mi piace la fase offensiva di Zeman, il mo­do di gestire il gruppo di Mourinho, la filoso­fia e la cultura di Guardiola».

Sogna di allenare in Italia?

«Perché no? Dipenderà dai risultati che sa­rò in grado di conquistare».

Ci presenti la sua squadra…

«Con noi l’anno scorso c’erano due italia­ni, Nicola Ascoli ex Frosinone e Roberto Delgado, quest’ultimo ex biancoceleste. Siamo un gruppo giovane, abbiamo anche due giocatori esperti, uno di questi è l’attac­cante Niculescu, ha giocato nel Genoa. Ci piace giocare il pallone, stiamo lavorando sul 4-3-3, puntiamo molto sul possesso pal­la. Guido uno staff giovane, studiamo tan­to ».

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati