IL CORRIERE DELLO SPORT. La Lazio scopre Bizzarri: venerdì difenderà lui la porta biancoceleste

Pubblicato 
martedì, 06/09/2011
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 3 minuti

IL CORRIERE DELLO SPORT. La Lazio scopre Bizzarri: venerdì difenderà lui la porta biancoceleste

Uno stralcio dell'articolo de Il Corriere dello Sport. Il portiere argentino giocherà a San Siro contro il Milan...

ROMA - C'è una porta da chiudere, ci pensa lui, è più di un vice. Eppure torna­no. Due anni e passa dopo l’ultima volta, con la carta d'identità aumentata, con la voglia di chi vuole giocarsi le sue carte. Eppure tornano e Albano Bizzarri rico­mincerà dal Milan, da S.Siro, dall’antici­po di venerdì sera. Ha il numero uno sul­le spalle, ma non è mai stato un vero nu­mero uno nella Lazio e non ha mai gioca­to con i biancocelesti in serie A, può van­tare solo 5 presenze in Europa League (quattro nel 2009-10, una nel preliminare di ritorno contro il Rabotnicki).[...]

LA STAFFETTA -Non sarà una semplice partita, sarà una rinascita quella di Milano: in campionato non scende in campo dal 19 aprile 2009, da Catania- Sampdo­ria (2-0), fu l'ultima appari­zione con i siciliani. Era in scadenza di contratto a giu­gno, era già d'accordo con la Lazio, il Catania lo seppe e lo mise fuori squadra, preferì puntare sui portieri del futuro. Bizzarri sostitui­rà lo squalificato Marchet­ti, su di lui pendeva un ros­so, deve scontarlo in cam­pionato, l'aveva beccato con la Primavera del Cagliari contro il Vicen­za (nel momento del disgelo con Cellino ebbe l'opportunità di tornare a giocare con i ragazzini, provocò un rigore). [...]

LA STORIA -Bizzarri ha fatto le prove gene­rali nei preliminari di Europa League, Reja l'ha fatto giocare nel match di ritor­no contro il Rabotnicki per scaldarlo, per prepararlo all'impatto col campionato. Prima della sfida contro i macedoni era sceso in campo sempre in Europa League,al Madrigal con il Villarreal. Era il 5 no­vembre 2009, il sottomarino giallo con Pe­pito Rossi travolse 4-1 la Lazio di Ballar­dini, a quel tempo Bizzarri era il titolare in Europa, Muslera giocava la serie A (il tecnico preferì dare spazio a tutti e due). In quella notte il portiere argentino s'in­fortunò alla spalla destra sul rigore tra­sformato da Pires, venne operato e disse addio alla sua stagione, il secondo di Mu­slera diventò Berni ( all'epoca era nel gruppo degli epurati). Bizzarri rimetterà piede in serie A venerdì contro il Milan, contro i campioni d'Italia in carica, dovrà vedersela con Ibrahimovic e compagni, sarà un debutto di fuoco. [...]

IL PASSATO -Bizzarri ha tota­lizzato 46 presenze con il Catania, fu Walter Zenga a promuoverlo titolare quan­do s'insediò sulla panchina dei siciliani, lo preferì a Ci­ro Polito. Arrivò in Italia nel 2007-08 dopo aver gira­to il mondo: è partito dal Racing Club, è stato tre an­ni al Real Madrid ( 7 pre­senze), poi fu acquistato dal Valladolid, scelse il Gimna­stic Tarragona prima di sposare il Catania (la squa­dra andò in B e si liberò a parametro ze­ro). Con il Real ha vinto un Champions, in quella stagione giocò solo una partita, ma quel trionfo lo ricorda con emozione. La storia di Bizzarri è una strana storia: nel­la sua vita ha dovuto sempre ricomincia­re dall'inizio, gli è successo a Catania, gli è successo nella Lazio. Bizzarri è un por­tiere affidabile, contro il Rabotnicki ha ri­sposto bene, è stato sorpreso solo nell'oc­casione che ha portato al gol i macedoni (punizione da più di trenta metri di Laza­revski, il pallone del momentaneo 1-1 si è infilato nell'angolo). [...]

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram